Etna, salvo il turista inglese disperso ieri sera sul versante sud

E’ salvo il turista inglese che era dato per disperso da ieri sera sul versante sud dell’Etna, nella zona del rifugio Sapienza, a 2000 metri di altitudine. I tecnici del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico, che avevano avviato le ricerche insieme ai militari della guardia di finanza, sono riusciti a mettersi in contatto con lui tramite telefono cellulare e indirizzarlo verso il paese più vicino, Zafferana Etnea, dove l’uomo si è diretto a piedi. Il turista, R.R., un 55enne esperto alpinista, ieri mattina era partito molto presto per una escursione “in solitaria”. Lasciato l’albergo di Taormina dove alloggiava con la moglie aveva raggiunto in auto il rifugio e iniziato l’escursione “fuori pista” nella zone della valle del Bove. Ma le avverse condizioni meteo, con la prima nevicata in quota, e la scarsa conoscenza del territorio lo avevano fatto perdere proprio mentre sopraggiungeva il buio facendolo finire dentro la valle. Era stata la moglie, non vedendolo tornare a cena come previsto, a dare l’allarme.

Uomini del Cnsas e finanzieri erano partiti già in serata e le ricerche erano proseguite fino alle 2 del mattino ma dell’uomo non era stata trovata traccia. Le operazioni erano ripartire all’alba ma l’escursionista, intanto, aveva continuato a camminare aiutato anche dalla schiarita del tempo scavalcando la valle del Bove. Dopo quasi 12 ore di “silenzio radio”, però, i tecnici del Soccorso alpino sono riusciti a mettersi in contatto con lui e, individuata la zone dove poteva trovarsi grazie alla sua descrizione, gli hanno indicato la strada da percorrere per scendere a valle.

Il 4 settembre scorso le squadre del Cnsas avevano soccorso un turista tedesco che si era infortunato sull'orlo della valle del Bove, nella zona della ''Lapide Malerba'', a quota 2400 metri. Nella stessa zona l’11 giugno era stata soccorsa una coppia di tedeschi, con la donna ferita a causa di una caduta.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca