Fontanarossa, sgomberato campo Rom
Flickr

Fontanarossa, sgomberato campo Rom

Chiuso il campo Rom in prossimità dello scalo aereo etneo di Fontanarossa. In azione gli operari della Direzione Manutenzioni e dell’Ecologia del Comune di Catania, assistiti dagli agenti della Polizia Municipale, hanno dato il via allo sgombero per la rimozione delle roulotte.

Nel campo, hanno vissuto sinora 114 persone rom di origine romena, precedentemente alloggiate al Palazzo delle Poste di viale Africa, sgomberato nel maggio dell’anno scorso su provvedimento dell’autorità giudiziaria.
Sulla base di un piano di assistenza realizzato dalla Prefettura di Catania in conformità alle linee guida dell’Onu e dell’Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali), erano state collocate delle roulotte presso il Campo sportivo Fontanarossa, con la contestuale attivazione dei servizi di cucina, bagni, docce e magazzini.

"Non posso che accogliere con favore la notizia della chiusura del campo rom di Fontanarossa la cui creazione, a pochi metri dall'aeroporto, aveva generato una situazione di forte degrado creando disagi ai cittadini della zona e non costituendo certo un invitante biglietto da visita per chi fa scalo nel terminal catanese". Lo dichiara Salvo Pogliese, deputato regionale del Popolo della Libertà.

"Le modalità di chiusura del campo rom - aggiunge- disposte dall'Amministrazione comunale, che hanno cercato di conciliare rigore e solidarietà con interventi volti al rimpatrio dei nuclei familiari in Romania, non possono che essere da me apprezzate e condivise ma, nel contempo, mi preme sollecitare le Istituzioni competenti a vigilare, nell'interesse della sicurezza della collettività e per scongiurare la creazione di baraccopoli in altre zone di Catania, sulla quarantina di rom che hanno abbandonato il campo senza lasciare traccia".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca