Gesip, Cisl: "Fornero e Orlando nascondono la verità"

“Sulla cassa integrazione in deroga della Gesip, le affermazioni del Ministro Fornero e del sindaco Orlando nascondono la verità, questa vicenda rischia di essere un cerino in un incendio sociale di portata regionale. Richiamiamo il sindaco Orlando al confronto al dialogo alla responsabilità , ma soprattutto alla verità, non vorremmo che il primo cittadino pensi all'utilizzo della cassa integrazione in deroga, come strumento che serva a parcheggiare i lavoratori Gesip, per non assumersi le sue responsabilità in attesa della liquidazione della società e il conseguente licenziamento dei lavoratori. Tutto ciò la Cisl non lo tollera più”. Ad affermarlo intervenendo sulla vertenza Gesip sono Maurizio Bernava Segretario Cisl Sicilia e Mimmo Milazzo Segretario Cisl Palermo Trapani.

“Il Ministro Fornero non sa o fa finta di non sapere che così facendo spinge sulla vicenda della cassa integrazione con una forzatura illegittima, e soprattutto che rischia di contribuire con molta irresponsabilità e con incomprensibile leggerezza, a scaricare sulla Sicilia e sul governo regionale un peso e un costo insostenibile, perché è ovvio che il sindacato pretenderà per le migliaia di lavoratori a rischio delle società partecipate pubbliche della regione, lo stesso beneficio e innescando così una durissima mobilitazione affinché il ministero del Lavoro e il governo nazionale garantiscano adeguate risorse, che peraltro al momento il governo non riesce nemmeno a garantire per coprire le esigenze degli ammortizzatori sociali per l'anno in corso”.

“Se il piano di ricollocazione in pochi mesi dei lavoratori Gesip, annunciato dal sindaco Orlando è vero e reale, allora non c'è alcun motivo per insistere sulla cig in deroga. La Cisl ha proposto nel corso dell'ultimo incontro con la Regione l'attivazione dei contratti di solidarietà, strumento accessibile con semplicità per accompagnare i lavoratori e consentire loro di proseguire i servizi della Gesip”.

La Cisl – continuano Bernava e Milazzo - , ritiene giusto e fondamentale la tutela del lavoro di tutti i dipendenti Gesip, ma non tollera più falsità e ipocrisie di stampo elettoralistico, vorremmo che il sindaco Orlando su questa vicenda definisca un piano di ristrutturazione e riorganizzazione di tutte le società di servizi e delle partecipate e controllate”. “Al tavolo con la Regione – spiegano i due Segretari - torneremo a sostenere la proposta di ricollocazione dei lavoratori della Gesip, l'accelerazione della riorganizzazione delle partecipate, e l'utilizzazione nella fase transitoria dei contratti di solidarietà”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Economia