Grasso: "Sono qui per venire incontro alle esigenze delle verità e della giustizia"
Web

Grasso: "Sono qui per venire incontro alle esigenze delle verità e della giustizia"

"Sono qui per venire incontro alle esigenze delle verità e della giustizia". Così il presidente del Senato Piero Grasso ha cominciato la sua deposizione al processo sulla trattativa Stato-mafia in corso a Palermo. Sia il presidente della corte d'assise che celebra il processo che la procura di Palermo e le difese hanno ringraziato Grasso di avere rinunciato alle prerogative di farsi esaminare a Palazzo Madama.

E' quindi cominciata nell'aula bunker dell'Ucciardone di Palermo la deposizione del presidente del Senato Piero Grasso al processo sulla trattativa Stato-mafia. L'ex capo della Dna, citato dai pm, dovrà testimoniare - si legge nell'articolato di prova - "in ordine alle richieste provenienti dall'ex ministro Nicola Mancino aventi ad oggetto l'andamento delle indagini sulla cosiddetta trattativa, l'eventuale avocazione delle stesse e o il coordinamento investigativo delle Procure interessate". La vicenda è quella venuta fuori dalle intercettazioni effettuate dai pm sulle utenze telefoniche di Mancino che, nel processo, è accusato di falsa testimonianza.

Dalle indagini emersero le sollecitazioni fatte dall'ex politico Dc a Grasso, all'epoca capo della dna, direttamente e per il tramite dell'ex consigliere giuridico del Quirinale Loris D'Ambrosio, perchè esercitasse i poteri di coordinamento, riconosciuti alla procura nazionale antimafia, in merito alle inchieste condotte dai tre uffici sul presunto patto Stato-mafia. Il processo si celebra davanti alla corte d'assise. In aula a rappresentare l'accusa ci sono il procuratore di Palermo Francesco Messineo, l'aggiunto Vittorio Teresi e i pm Nino Di Matteo e Roberto Tartaglia.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca