Il pentito delle rinnovabili:
Web

Il pentito delle rinnovabili: "In Sicilia chiedono voti e lavoro"

"I soldi sono l'ultimo problema. E' l'ultima richiesta che arriva a chi fa impresa in Sicilia. Chiedono sempre posti di lavoro e voti. Voti e posti di lavoro. Poi i ladri di galline chiedono i soldi. Ma questi ultimi agiscono per lo più per conto proprio. Sono a un livello più basso".

A parlare è l'imprenditore che ha fatto scattare l'inchiesta che ha portato all'arresto del consulente e assessore di Santa Flavia Vincenzo Sucato, e la sospensione per sei mesi del dirigente regionale Salvatore Rando. "Io giro molto in Italia visto che lavoro nella realizzazione di diverse opere pubbliche - aggiunge l'imprenditore - e le posso dire che in Sicilia ci sono i funzionari e i dirigenti più preparati d'Italia".

"Conoscono la procedura a memoria e sono molto competenti. Ma usano la loro conoscenza per non fare. Per fare stancare chi vuole fare. Per bloccare progetti e lavori. Non si capisce il perché di cinque decreti per lo stesso progetto. Quando siamo venuti a lavorare in Sicilia ci hanno detto che o finivamo falliti o arrestati. Io in galera non avevo alcuna intenzione di andare a finire. Ma ci hanno fatto fallire".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca