Inaugurato il centro federale "Paolo Pietro Brucato "

Inaugurato il centro federale "Paolo Pietro Brucato "

Sarà l’impianto di Nesima il prossimo anno ad ospitare il Centro Federale “Paolo Pietro Brucato” , unica struttura per la formazione giovanile gestita direttamente dalla Federazione Italiana Gioco Calcio ed ancora operante sul territorio italiano. La promessa è stata esplicitata direttamente da Sandro Morgana, presidente del comitato di Sicilia della Lega Nazionale Dilettanti della Federazione Italiana gioco calcio, in occasione della festa di inaugurazione della tredicesima stagione sportiva del Centro che ha avuto luogo sul campo in erba sintetica del Paratore di Catania.

 I ragazzi del centro federale schierati durante l'inaugurazione

I ragazzi del centro federale schierati durante l'inaugurazione  



Dopo dieci anni di attività svoltatra mille disagi logistici e strutturali sul campo del cosiddetto “Cibalino”, da circa un biennio il Centro Federale si è dovuto trasferire nella struttura comunale del “Paratore” nel quartiere Barriera, la notizia del possibile definitivo dislocamento presso la struttura di Nesima è stata accolta con un prolungato applauso dai numerosi genitori presenti alla manifestazione. Ad avallare la promessa di Morgana anche Fabio Pagliara, consulente del comune per lo sport cittadino, che ha ribadito l’importanza educativa e sociale del Centro Federale che, per serietà di gestione e competenze formative e tecniche, rappresenta un vero e proprio fiore all’occhiello per la città di Catania.

Lo spirito sportivo e qualificante del Centro è stato ribadito da Carmelo Pergolizzi, delegato provinciale della Figc di Catania, soffermatosi sull’importanza di avere una sede fissa per poter diventare un preciso punto di riferimento per tutta l’attività giovanile che si svolge nel territorio etneo. Attività che per molti anni è stata gestita da Giuseppe Crisafulli, ex presidente della FIGC e del Coni di Catania, che da storico veterano ha voluto ricordare l’importanza della formazione sportiva per la formazione delle nuove generazioni. Formazione affidata ai tecnici che, come ha ribadito Renato Marletta, presidente provinciale dell’Associazione Italiana Allenatori Calciatori, devono avere una qualificata formazione professionale e la consapevolezza della responsabilità che si assumono nella guida anche educativa e valoriale dei propri giovani allievi.

Qualità che di certo non manca all’equipe del Centro presieduta da Carmelo Pergolizzi, diretta per la parte tecnica da Orazio Prezzavento, e costituita da David Caggegi, Ivan Zinna, Carmelo Di Stefano, Michele Cassisa, completano i quadri Gianni Di Bella e Teresa Chiara, questi responsabili dei rapporti con la stampa e delle pubbliche relazioni. Oltre a gestire i giovani calciatori nella categorie dei Piccoli Amici, Pulcini ed Esordienti da diversi anni al Centro sono state avviate le attività relative al calcio integrato con l’inserimento di allievi diversamente abili nelle diverse squadre, sarà attivata a breve anche l’attività femminile. Molteplici le convenzioni già concordate con le scuole o con altre agenzie educative del territorio catanese, in cantiere anche uno stage tecnico con società del nord Italia le cui squadre militano nella massima serie ed in Inghilterra per un bel confronto tutto europeo tra due nazioni che da sempre hanno fatto la storia del gioco più bello del mondo.

 I ragazzi impegnati in una partitella

I ragazzi impegnati in una partitella 



Ed al Paratore è stata una vera e propria festa del calcio con più di centocinquanta ragazzini che si sono divisi il campo è hanno dato vita ad una serie di avvincenti mini partite giocate con il massimo entusiasmo e la grande gioia di correre appresso ad un pallone. Dopo la parte sportiva il momento solenne dell’inaugurazione con la sfilata di tutti i calciatori divisi per categoria seguita dall’ingresso in campo della bandiera tricolore, del vessillo rossazzurro per i colori di Catania e del gonfalone con lo stemma della FIGC, e dopo la lettura delle promesse tutti sull’attenti e mano sul cuore per intonare insieme ed a gran voce il sempre emozionante inno di Mameli.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Sport