Inchiesta Dell'Utri su estorsione a Berlusconi, per la Cassazione  competente la procura di Milano
Flickr.com

Inchiesta Dell'Utri su estorsione a Berlusconi, per la Cassazione competente la procura di Milano

Accolta dai giudici della Suprema Corte l'istanza presentata dai legali del senatore del Pdl sull'incompetenza della Procura di Palermo. Adesso l'indagine si sposta da Palermo a Milano.

Il Pg di Cassazione ha ritenuto che la competenza territoriale sull'inchiesta fosse della Procura milanese, e non dei Pm di Palermo. Anche il procuratore nazionale Antimafia aveva espresso, nei giorni scorsi, il suo parere in tal senso.

«Allo stato delle indagini tutti i bonifici risultano essere pervenuti sui conto correnti accesi da Dell'Utri presso banche di Milano, eccetto due». Questo è uno dei passaggi chiave del provvedimento con il quale la Procura generale della Corte di Cassazione ha trasferito la competenza del processo a Milano. Nel provvedimento lungo 4 pagine, il sostituto procuratore generale Aurelio Galasso fa anche riferimento al parere espresso nei giorni scorsi dal procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso secondo cui la competenza sarebbe del pm di Milano.

PROCURA NAZIONALE - «Il richiamo da parte del pm della sentenza di condanna di Dell'Utri non appare rilevante ai fini di una eventuale competenza per connessione -scrive il magistrato- come rilevato dal procuratore nazionale non vi è coincidenza temporale tra le vicende, dal momento che la responsabilitá penale di Dell'Utri è stata affermata fino al 1992 mentre i fatti per cui si procede sono tutti successivi. Inoltre i due procedimenti si trovano in diverse fasi procedimentali sicchè nessuna connessione è ipotizzabile». Il magistrato fa riferiimento al processo a carico di Dell'Utri per concorso esterno in associazione mafiosa. Dopo l'annullamento con rinvio della Cassazione il processo a Dell'Utri per mafia è tornato davanti alla Corte d'Appello di Palermo.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca