La Juve beffa in extra time un incolpevole Catania, finisce 1-0
SiciliaToday.net
Un precedente di Juventus-Catania con Biagianti in azione

La Juve beffa in extra time un incolpevole Catania, finisce 1-0

Minuti di recupero ancora fatali per il Catania che questa volta si arrende al 91’ allo “Juventus Stadium” contro i Campioni d’Italia in carica della Juventus, al termine di una partita che i rossazzurri avrebbero pareggiato più che meritatamente. Maran senza Bergessio, Legrottaglie e Barrientos, si affida al 3-5-2 con Marchese spostato sull'esterno di centrocampo e Izco sull’altra sponda. Attacco a due punte con Gomez e Castro. Nella Juventus, Conte rispolvera la coppia offensiva formata da Giovinco e Vucinic. Pogba in campo al posto dello squalificato Vidal. Nel primo tempo il Catania costringe la Juventus a tirare esclusivamente da fuori area, tanto che Andujar compie un solo intervento decisivo. L’undici di Maran si chiude bene facendo molta densità a metà campo. Pirlo fa girare poco la palla e solo attraverso la giocata del singolo i bianconeri si avvicinano agli ultimi trenta metri del Catania. Tra i rossazzurri si sente l’assenza di un terminale d’attacco. Gomez che ha fatto per larghi tratti la prima punta è stato sovrastato dalla forza fisica e dall’esperienza della retroguardia bianconera. Gli etnei sono comunque usciti bene palla al piede, avviando interessanti azioni in contropiede. Tuttavia solo nel momento in cui le azioni dei rossazzurri sono state condotte sulle corsie laterali, la Juventus si è trovata impegnata a difendere. In mezzo però nel Catania mancava sempre l’uomo pronto a sfruttare i cross e le giocate degli esterni. Nella ripresa il copione non cambia ma la Juventus gestisce più il pallone. Il possesso palla dei bianconeri resta comunque poco produttivo perché di fronte la difesa del Catania non concede nulla. Concede invece punizioni generose l’arbitro Giannoccaro che a sfavorito in più occasioni il Catania. Solo Pogba tra le file bianconere prova la conclusione da fuori, trovando però Andujar sempre reattivo. Conte si accorge che la sua squadra è spenta fisicamente e che serve maggiore peso in avanti. I cambi di Matri, Giaccherini e Quagliarella non sortiscono beneficio per la Juventus e problemi per il Catania. I rossazzurri infatti fino al 90’ controllano la partita in maniera ordinata. Decisivo al 91’ un episodio rocambolesco a favore dei bianconeri. Giaccherini di rapina trova la rete che consegna virtualmente e con largo anticipo lo scudetto alla Juventus. Nulla o poco da rimproverare al Catania, protagonista di una prova di carattere e di grande sacrificio. Resta l’handicap dei minuti di recupero, nei quali i rossazzurri fin qui hanno perso ben 12 punti. Sabato nell’anticipo delle 18.00 al Massimino contro l’Udinese l’occasione per il riscatto e per difendere quella top10 che ancora lascia margini per sognare, la speranza è l’ultima a morire, come il Catania.

CRONACA:

Primo tempo: Juventus subito in avanti al secondo minuto con Lichtsteiner che entra in area ma viene chiuso da Alvarez. Al 9' Vucinic viene anticipato in uscita da Andujar. Al 13' il Catania si affaccia in avanti e Buffon è costretto a mettere la palla fuori sul disturbo di Castro. Al 15' arriva la prima vera conclusione in porta dell'incontro, Vucinic calcia dal limite ma Andujar mette in angolo. Al 16' Gomez calcia dal limite ma Buffon para in due tempi. Al 23' Giannoccaro regala una punizione ai bianconeri, Almiron spazza di testa. Al 25' Lichtsteiner calcia dal limite, conclusione debole e a lato. Al 27' Lodi calcia dalla distanza, palla di poco fuori. Al 29' Bonucci emula Lodi, il suo tiro dalla distanza si perde a lato. Al 31' Gomez apre sulla sinistra per Marchese che al volo e in diagonale la mette fuori. Risponde Vucinic un minuto dopo calciando a fil di palo. Al 34' palo per la Juventus con Vucinic che approfitta di un pallone pasticciato in area da Almiron e Bellusci, l'azione era partita da un fallo non fischiato al Catania. Al 35' espulso Maran per proteste. Al 38' percussione di Izco, poi Marchese tenta la botta da fuori. Al 40' viene ammonito Gomez per simulazione. Al 43' Castro mette in mezzo un pallone invitante ma Gomez non interpreta bene il suggerimento del compagno. Al 45' senza recupero Giannoccaro fischia la fine del primo tempo.

Secondo tempo: Parte forte la Juventus, Vucinic mette in mezzo per Giovinco che però non trova il pallone. A 48' Gomez al volo calcia sul primo palo ma in posizione di off-side. Al 50' Pogba crossa per Giovinco, Andujar anticipa sul primo palo. Al 51' destro da fermo di Bonucci, para Andujar. Trenta secondi dopo sassata di Pogba, respinge con i pugni l'ottimo Andujar. Al 57' sempre Pogba calcia da fuori area ma non trova la porta. Al 62' bella manovra del Catania, cross di Marchese e colpo di testa di Biagianti deviato da un difensore bianconero in corner. Al 63' ammonito Biagianti per fallo su Chiellini. Al 64' giallo pure per Spolli che ferma Giovinco lanciato in contropiede. Lo stesso attaccante della Juventus lascia il posto a Matri. Al 67' Castro calcia da 25 metri mettendo la palla di poco a lato. Al 69' pericolo scampato per la Juve, Gomez serve un cross invitante per Almiron che però non entra in area alla ricerca del pallone. Al 72' punizione di Pirlo che passa la barriera, Bonucci si trova il pallone buono sul rimpallo di Andujar ma la mette clamorosamente fuori. Al 74' esce Asamoah ed entra Giaccherini nella Juventus. Un minuto dopo Conte butta nella mischia pure Quagliarella al posto di Vucinic. Al 78' Pogba di forza supera tre giocatori del Catania e alla fine guadagna una rimessa laterale, dagli sviluppi Matri gira di testa ma la mette alta sulla traversa. All'ottantesimo minuto, primo cambio nel Catania, esce Biagianti ed entra Salifu. Due minuti dopo entra Cani tra i rossazzurri ed esce Gomez. Al 85' esce Spolli per un problema muscolare ed entra Rolin. All'ottantottesimo giallo per Giaccherini che entra tutto solo in area del Catania, poi cade a terra e si prende l'ammonizione per simulazione. Al 91' nel primo dei quattro minuti di recupero, Giaccherini la mette in rete da due passi dopo un intervento miracoloso di Andujar sul cross di Pogba. Al 93'Quagliarela può raddoppiare ma Andujar para da due passi. Al 94' Giannoccaro manda tutti negli spogliatoi, Juventus batte Catania 1-0.

TABELLINO JUVENTUS-CATANIA 1-0

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Pirlo, Marchisio, Asamoah (30' s.t. Giaccherini); Giovinco (21' s.t. Matri), Vucinic (31' s.t. Quagliarella). (Storari, Rubinho, De Ceglie, Peluso, Marrone, Padoin, Isla, Anelka). All.: Conte.

CATANIA (3-5-1-1): Andujar; Alvarez, Spolli (41' s.t. Rolin), Bellusci; Izco, Biagianti (36' s.t. Salifu), Lodi, Almiron, Marchese; Castro; Gomez (38' s.t. Cani). (Frison, Terracciano, Potenza, Sciacca, Augustyn, Ricchiuti, Keko, Barrientos, Doukara). All.: Maran.

ARBITRO: Giannoccaro di Lecce

RETI: 91’ Giaccherini
AMMONITI: Gomez, Biagianti, Spolli, Giaccherini
ESPULSI: 36' Maran (All. Catania)
ANGOLI: 6-1 per la Juventus
RECUPERO: 0', 4'

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio