Latina-Catania: presentazione della gara
Gaston Sauro, lui il sostituto di Schiavi

Latina-Catania: presentazione della gara

Altra finale da vincere
Il fragoroso e travolgente successo colto nel derby col Trapani – nonché terza vittoria di consecutiva dopo Avellino e Varese – ha catapultato il Catania di Dario Marcolin fuori dalla zona retrocessione dopo un lungo altalenante inseguimento. A sette tornate dalla conclusione della stagione regolare i rossazzurri si trovano al quindicesimo posto a quota 41, in coabitazione proprio con il Latina, e sarebbero salvi. Sarebbero, perché per il verdetto ufficiale, oltre all’ausilio della matematica, mancano ancora tanti punti. Tra il terz’ultimo posto, ovvero il “limite” della zona retrocessione diretta”, e gli etnei ci sono appena 2 punti e sei squadre: bagarre che si estende ulteriormente coi 42 punti di Modena e Trapani fino ad arrivare ai 43 della Ternana, rossoverdi tra l’altro impegnati nel derby umbro col Perugia.

Situazione ingarbugliata e in continua evoluzione col Catania, finalmente, non più impelagato negli abissi della classifica. Per tirarsi fuori definitivamente, lasciando la “patata bollente” alle altre squadre, occorre continuare sulla strada imboccata nel match con l’Avellino. Vincere, per la quarta volta di fila. Così come non accade dalla stagione 2005/06, quella della promozione. Sbancare Latina per compiere un ulteriore passo verso la salvezza. Già, la salvezza, la permanenza, il mantenimento della categoria, perché in questo momento pensare ad altro sarebbe un errore madornale. In una stagione così altalenante, piena di alti e bassi in quantità industriale, sarebbe bene evitare ulteriori bruschi risvegli. Per tutti. Bisogna guardare partita dopo partita, punto dopo punto, per allontanarsi dal basso. Il prima possibile.

Testa bassa e pedalare, col piede sempre caldo per compiere l’accelerata decisiva. Vincere al “Domenico Francioni” non sarà impresa facile. I pontini di Mark Iuliano, privi della colonna Crimi, giungono all’appuntamento con gli etnei col sangue agli occhi, spiacevole eredità dalla sconfitta rimediata nell’infuocato derby col Frosinone. Di certo non sarà una gara da ultima spiaggia, come quelle contro Avellino e Varese, ma il peso dei tre punti in palio è notevole. In una giornata aperta dalla sconfitta del Cittadella (vittoria in extremis del Vicenza di Pasquale Marino) e che vede in programma, tra gli altri, lo scontro diretto tra Entella e Pro Vercelli (le due formazioni, insieme al Crotone, attualmente in zona paly-out), ottenere un nuovo exploit esterno potrebbe rappresentare il colpo del KO. Piede caldo, accelera Catania. “Siate folli, siate affamati, siate umili, siate elefanti!”
Qui Latina: squalificati Crimi e Figliomeni
In vista della gara contro il Catania, in programma domenica 19 aprile alle ore 15 allo stadio "Domenico Francioni", il tecnico pontino Mark Iuliano sarà privo di quattro elementi: Crimi e Figliomeni squalificati, Paolucci (ex rossazzurro) e Olivera infortunati. Recuperato Alhassan, lasciato a riposo precauzionale nel corso della settimana. Per quanto concerne la formazione iniziale si va verso la conferma della formazione opposta al Frosinone con un paio di varianti. In mediana, complice la squalifica di Crimi, spazio al franco-algerino Ammari e Valiani; in difesa ballottaggio tra Bruscagnin e Brosco. Questo il probabile undici iniziale dei pontini: Di Gennaro tra i legni; difesa a quattro con Ristovski, Bruscagnin, Dellafiore ed Alhassan; in mediana spazio a Viviani, Ammari e Valiani; tridente offensivo composto da Bidaoui, Sowe e Doudou.

Contro il Catania, è ipotizzabile il rientro nell’undici titolare di Alhassan, ancora fermo a scopo precauzionale ma il cui recupero non sembra in dubbio. La squalifica di Crimi sponsorizza la sesta apparizione consecutiva del franco-algerino Ammari, il più in palla nelle ultime due uscite. In difesa possibile ballottaggio tra Bruscagin e Brosco, con il secondo finito sul banco degli imputati a causa del rigore causato per il fallo su Crivello. Per il resto dovrebbe essere confermata in blocco la squadra sconfitta nel derby, con tre a contendersi un posto a destra nel tridente. Solo panchina per il catanese Litteri.

Qui Catania: rientra Odjer, out Schiavi
"Ca" come Castro, "Ma" come Maniero, "Ro" come Rosina: sarà questo il tridente schierato da mister Dario Marcolin nel match di Latina. Calaiò, uscito anzitempo contro il Trapani, è stato recuperato in extremis ma partirà dalla panchina. Al "Francioni", oltre ai "soliti" Gyomber e Martinho, out anche Raffaele Schiavi, bloccato da un affaticamento muscolare. Due i rientri Sauro, che rimpiazzerà l'ex ciociaro, e il mediano Odjer, reduce da un turno di squalifica. Questo il probabile undici iniziale dei rossazzurri: Gillet tra i legni; in difesa spazio a Del Prete e Mazzotta esterni, Ceccarelli e Sauro al centro; in mediana agiranno Rinaudo, Sciaudone con uno tra Odjer e Coppola, con il ghanese in vantaggio sull'ex messinese; in avanti, come detto in precedenza, il tridente "CaMaRo" con Castro, Maniero e Rosina.

Probabili formazioni
LATINA(4-3-3) Di Gennaro, Ristovski, Bruscagnin, Dellafiore, Alhassan; Viviani, Ammari, Valiani; Doudou, Sowe, Bidaoui. A disp.: Farelli, Spilabotte, Angelo, Brosco, Bounha, DouDou, Jaadi, Litteri, Oduamadi, Talamo, Celli, Shahinas, Nelson(79′ Litteri) All: Iuliano

CATANIA(4-3-3): Gillet; Del Prete, Ceccarelli, Sauro, Mazzotta; Sciaudone, Rinaudo, Odjer(Coppola); Castro, Maniero, Rosina A disp.: Terracciano, Capuano, Belmonte, Piermarteri, Coppola, Chrapek, Jankovic, Calaiò, Barisic, Rossetti. All: Marcolin

ARBITRO: Nasca di Bari; Pentangelo-Intagliata; IV Melidoni

INDISPONIBILI: Paolucci e Olivera; Gyomber, Martinho e Sauro;

SQUALIFICATI: Crimi e Figliomeni

DIFFIDATI: Alasshan, Bruscagnin, Angelo, Ouduamadi, Ristovski e Sowe; Escalante, Ceccarelli, Del Prete, Gyomber, Chrapek e Sciaudone

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio