Le mani della mafia sugli impianti petroliferi a Gela: sequestrate cinque aziende
Web

Le mani della mafia sugli impianti petroliferi a Gela: sequestrate cinque aziende

La direzione investigativa antimafia di Caltanissetta ha sequestro cinque aziende di Gela controllate dalla famiglia mafiosa dei Rinzivillo. Fornivano manodopera altamente specializzata nel settore degli impianti petroliferi, in Italia e all’estero. A dirigere le ditte, del valore complessivo di un milione e 200 mila euro, sarebbe stato Valerio Longo, marito di Monica Rinzivillo e uomo di fiducia del clan.

Indagini su operazioni bancarie e accertamenti patrimoniali hanno permesso, secondo i magistrati, di scoprire i prestanome e i ruoli svolti nelle cinque società che operavano "nella fornitura di manodopera altamente specializzata nel settore degli impianti petroliferi in tutta Italia e all'estero".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca