Licata, imprenditore scomparso: due gli indagati
Web

Licata, imprenditore scomparso: due gli indagati

Sono due le persone accusate dell'omicidio di Giovanni Brunetto, il bracciante agricolo scomparso il 7 maggio scorso e destinatarie di due ordinanaze di custodia cautelare emesse dal GIP del Tribunale di Agrigento Ottavio Mosti e richiesti dal procuratore aggiunto Ignazio Fonzo.

I due indagati sono, Angelo Carità, 58 anni, e Angelo Bianchi, 37 anni, a cui viene contestato il sequestro di persona, l'omicidio premeditato e l'occultamento di cadavere. Il corpo della vittima non è ancora stato ritrovato.

Pare che alla base del delitto ci sarebbero stati problemi legati a un debito contratto dai due presunti assassini nei confronti di Brunetto. Secondo una prima ricostruzione, infatti, pare che Brunetto vantasse un credito di oltre 40mila euro nei confronti di Carità. Quest'ultimo, con la scusa di un incontro chiarificatore, lo avrebbe ucciso con la complicità dell'amico.

Entrambi gli indagati, ascoltati poche ore dopo la scomparsa del piccolo imprenditore di Licata, avrebbero negato sia i rapporti conflittuali che l’esistenza del debito. Carità e Bianchi avrebbero inoltre fornito un falso alibi perchè hanno reso dichiarazioni discordanti in merito ai tempi degli spostamenti eseguiti.

L’analisi delle celle telefoniche dei cellulari in possesso di Carità e Bianchi ha inoltre permesso d’accertare che, contrariamente a quanto i due avevano dichiarato, non si trovassero a Licata il giorno della scomparsa, ma nei pressi di Naro, dove è stata, qualche giorno dopo, ritrovata l’autovettura di Brunetto.

L'uomo era uscito di casa ma non vi aveva più fatto ritorno. La famiglia presentò subito denuncia di scomparsa alla polizia che avviò immediatamente le ricerche. Dopo qualche giornol'auto della vittima venne ritrovata in una piazzola di sosta lungo la strada statale 123, nel tratto compreso tra Canicattì e Campobello di Licata. La vettura era chiusa a chiave, al suo interno ancora il cellulare di Brunetto, spento.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca