M5S e le firme false a Palermo, ecco i primi indagati
Web

M5S e le firme false a Palermo, ecco i primi indagati

Ci sono i primi indagati della Procura di Palermo nell'inchiesta sulle presunte firme false del M5S, raccolte per le amministrative di Palermo del 2102. La Procura di Palermo ha iscritto nel registro degli indagati alcune persone coinvolte nell'inchiesta. Top secret ancora i nomi degli indagati.

L'indagine, coordinata dal Procuratore aggiunto Bernardo Petralia e dal pm Claudia Ferrari, ha subito una accelerazione nei giorni scorsi, dopo le prime audizioni degli inquirenti. Sono stati sentiti alcuni firmatari che non avrebbero riconosciuto le loro firme accolte nel 2012 per le comunali. Già nei prossimi giorni verrano sentiti i primi indagati.

Il reato ipotizzato dal Procuratore aggiunto di Palermo per gli indagati è previsto dall'articolo 90, del Testo Unico del 1960, secondo cui vengono perseguiti coloro che formano falsamente liste di elettori o di candidati o altri atti destinati alle operazioni elettorali.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica