M5S shock: "Governo sembra trattativa Stato-Mafia"
Web

M5S shock: "Governo sembra trattativa Stato-Mafia"

Il dibattito sulle dichiarazioni programmatiche di Enrico Letta inizia nell'aula della Camera e l'intervento del deputato 5 stelle Andrea Colletti, che attacca il neo presidente del Consiglio e tira in ballo pesantemente il nuovo ministro dell'Interno, Angelino Alfano, fa scoppiare la bagarre. La scelta di Alfano, sostiene Colletti, fa sì che "sembri il governo della trattativa Stato-mafia, il governo del bavaglio alla magistratura".

Parole che vengono accolte da un brusio di disapprovazione. Ma il deputato grillino non demorde: "Presidente Letta, noi vi conosciamo, sappiamo chi siete ed è inutile mettere facce nuove per dire che è in atto un cambiamento. Quando sulla parete c'è la muffa, la soluzione è rimuoverla non passarci sopra una mano di vernice. Questo siete voi: una mano di vernice su un muro rovinato dalla muffa.

Questo governo - prosegue - odora di democristianità, odora di intrecci di comitati di affari quali Comunione e liberazione e la Compagnia delle opere". Poi attacca Berlusconi: "Presidente Letta, questo è il governo del salvacondotto a Berlusconi.
Presidente Letta, lei è anche il nipote di Gianni Letta, braccio destro di Berlusconi, esempio di intreccio familistico". E ancora: "Presidente Letta, lei è lo stesso che venerava un certo Giulio Andreotti, prescritto per concorso esterno ad associazione mafiosa". I due minuti di intervento scadono, ma il deputato M5S continua a parlare. Nonostante il presidente di turno, Luigi Di Maio, a sua volta esponente proprio dei 5 Stelle, lo richiami più volte a concludere.

Subito dopo, interventi di vibrante protesta da parte sia del Pd sia del Pdl che richiamano il Regolamento e rimproverano proprio al vicepresidente Di Maio di non essere stato imparziale. Poi su Facebook, nella pagina ufficiale di M5S Montecitorio, si legge: "Intervento di Colletti, e si scatena la bagarre in aula. Ma non è finita: ora parleranno anche altri nostri portavoce...".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica