Messina: nuovo deferimento per irregolarità CO.VI.SO.C

Dopo i 2 punti di penalizzazione rimediati nella giornata di ieri - a seguito del ricorso del Procuratore Federale avverso il proscioglimento relativo ad un precedente deferimento per violazioni CO.VI.SO.C - che lo hanno fatto scendere a quota 42 punti in classifica, il Messina di Franco Proto ha subito oggi un nuovo deferimento da parte della Procura Federale in virtù di una segnalazione della CO.VI.SO.C., “per non aver corrisposto, entro il 18 aprile 2017, gli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di novembre e dicembre 2016 e comunque per non aver documentato alla CO.VI.SO.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps sopra indicati" ed anche "per non aver corrisposto entro il 18 aprile le ritenute Irpef e i contributi Inps relativi agli stessi emolumenti". La società peloritana risponde a titolo di responsabilità diretta in quanto tali fatti sono addebitati allo stesso Proto, in qualità di Amministratore Unico e legale rappresentante del club. Attualmente il Messina vanta tre punti di vantaggio sulla zona playout: deve sperare in una penalizzazione contenuta al fine di non andare incontro ad una rivoluzione della classifica che possa mettere in discussione gli esiti della stagione.

Per irregolarità CO.VI.SO.C è stato deferito anche il Matera, a titolo di responsabilità diretta ed oggettiva, in relazione alle condotte poste in essere dall’Amministratore Unico e legale rappresentante pro-tempore Antonio Taccogna e dal Sindaco Unico della società, Pasquale Lorusso.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio