Milazzo, continua ad alimentarsi l'incendio, i gestori:
Web

Milazzo, continua ad alimentarsi l'incendio, i gestori: "situazione sotto controllo"

Una fitta nube di fumo continua a diffondersi dalla Raffineria di Milazzo. Dovrebbero essere i residui provenienti da una cisterna dell'impianto che si è incendiata venerdì notte. Le nuove emissioni hanno raggiunto la città mamertina, destando apprensione nei residenti. Secondo il gestore dell'impianto il fumo è "una naturale conseguenza dell'incendio". Secondo il gestore dell'impianto il fumo è "una naturale conseguenza dell'incendio di venerdì notte. Nel fondo del serbatoio 513 permane infatti un focolaio alimentato dal vento. La Ram ha comunque ribadito che la situazione è sotto controllo e non esistono in atto motivi di preoccupazione per la comunità".

Le nuove emissioni di fumo hanno raggiunto la città mamertina, destando apprensione nei residenti che annunciano per sabato una manifestazione. Il portavoce dei Verdi di Milazzo Giuseppe Marano presenterà una denuncia. Cgil, Cisl e Uil di Messina, in una nota inviata al ministro dell'Interno, Angelino Alfano, puntano il dito contro la carenza di personale dei vigili del fuoco nel territorio provinciale di Messina. "Questo grave episodio, che si aggiunge alle alluvioni degli scorsi anni a Giampilieri, Scaletta Zanclea e Saponara, e ai dissesti idrogeologici avvenuti nei comuni di San Fratello, Caronia e Castell'Umberto, obbliga le autorità a mettere in atto tutte le possibili soluzioni affinché il comando provinciale Vigili del fuoco possa avvalersi di un organico confacente alle necessità del territorio".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca