Ministro Galletti al Cpa di Pozzallo: "Non sia una nuova Lampedusa"
Web

Ministro Galletti al Cpa di Pozzallo: "Non sia una nuova Lampedusa"

Il ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti è a Pozzallo (Ragusa) per visitare il Cpa e ascoltare le istanze della città dopo gli sbarchi dei migranti delle ultime settimane. Galletti è stato ricevuto dal sindaco Luigi Ammatuna che gli ha prospettato «la grande difficoltà del Comune ad accogliere numeri così alti di migranti» e ha chiesto maggiore attenzione del Governo nazionale «perché - ha detto - Pozzallo non può essere una nuova Lampedusa specialmente in estate perché si corre il rischio di compromettere la stagione turistica».

Il ministro ha rassicurato il sindaco. «Ritengo che il problema - ha dichiarato Galletti - vada risolto a monte, intervenendo nei campi libici. Non è possibile che tutti gli sbarchi dei migranti siano indirizzati in questa città».
Accompagnato dal prefetto di Ragusa, Annunziato Vardè, il ministro ha visitato il centro di prima accoglienza dove al momento sono ospitati 250 migranti. Prima di ripartire, Galletti ha fatto un sopralluogo alla Fornace Penna (ex sito industriale location di molte scene della fiction tv del commissario Montalbano). I dirigenti locali dell'Udc gli hanno chiesto un intervento straordinario come ministro dell'Ambiente per tutelare un '«esempio di archeologia industriale che si sta sgretolando giorno dopo giorno».
«L'emergenza immigrazione non può essere solo di Pozzallo e della Sicilia. Serve un'intesa con i paesi di provenienza dei migranti- ha aggiunto -, una vera e propria azione internazionale per scongiurare casi come quelli degli ultimi mesi che hanno messo in ginocchio il sud est dell'isola».

«Sono venuto qui per rendermi conto della situazione nella quale versa la città di Pozzallo, che dà accoglienza e ospitalità a tutti i migranti che sbarcano sulle sue coste. Riferirò al governo quanto ho visto e la decisione sarà collegiale». Rivolgendosi al personale del centro di prima accoglienza di Pozzallo, ha aggiunto: «Una cosa è parlare di questi temi da una poltrona, un'altra è venire qui e rendersi davvero conto della situazione. Il lavoro del personale del Cpa fa onore all'Italia e il governo s'impegnerà con tutte le sue forze per risolvere al meglio una situazione così difficile e delicata».

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca