Muos, console Usa:  "Rispetteremo leggi italiane "
Web

Muos, console Usa: "Rispetteremo leggi italiane "

"Io sono fiducioso che quando le emissioni saranno studiate dalla commissione che come nella Hawaii e in Virginia, saranno sempre sotto la legge vigente. Le antenne non saranno operarive se la legge italiana non lo permette". Lo ha assicurato il console generale degli Usa, Donald Moore parlando con i giornalisti nella base di Sigonella, dove ha incontrato il vicepresidente dell'Ars Antonio Venturino e il presidente della commissione Ambiente, Giampiero Trizzino, entrambi del movimento 5 stelle, sul Muos, il sistema di comunicazioni satellitari della Marina militare americana in corsodi installazione a Niscemi (Caltanissetta).

"Noi siamo qui in base all'accordo tra il presidente Crocetta e il governo nazionale, stiamo aspettando di fare uno studio nel più breve tempo possibile che verifichi le emissioni dalle antenne", ha aggiunto il diplomatico statunitense, che ha raccontato: "Avevo già incontrato la settimana scorsa il vicepresidente dell'Ars e il presidente della commissione e con loro ho mangiato una buonissima cassata. Loro hanno poi chiesto di avere informazioni legate alla nostra presenza in Italia, che è regolata da un accordo con il governo italiano. Abbiamo avuto con loro uno scambio di informazioni e hanno visto documenti". Finito l'incontro nella bese di Sigonella, Moore si è spostato a Niscemi "perché -ha detto- volevo sentire personalmente le preoccupazioni della popolazione locale. Noi siamo molto interessati ad ascoltare ed essere sempre vicini alla popolazione. Io sono sempre disponibile a venire qui in Sicilia -ha proseguito il console- e abbiamo un prapporto consolidato con il governo regionale per esse sicuri che tutto quello che facciamo qui è sotto la legge vigente. L'ambiente nel mondo è una nostra politica e noi vogliamo sempre ascoltare gli altri".

"Siamo sotto la legge vigente del governo italiano -ha proseguito Moore- per quanto riguarda l' operatività delle antenne. Siamo qui in Italia sulla base di un accordo internazionale che prevede che l'autorità italiana deve fare una certificazione che le emissioni delle antenne sono sotto ai limiti di legge e noi faremo in quel modo. Sono fiduciosoche il Muos, che è operativo in Hawaii e in Virginia, sarà anche operativo qui'". Moore ha spiegato che il muos "è previsto da un accordo internazionale", e che "è l'ultima generazione di comunicazioni" e "un servizio anche per azioni umanitarie".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca