Musumeci torna in campo per Stancanelli: "Centrodestra unito"

“Per noi uomini della Destra gestire l’amministrazione vuol dire essere al servizio degli interessi dei cittadini. Sono qui per dare il mio contributo, modesto ma sentito. Lo meritava questa comunità e lo meritava Raffaele Stancanelli, di cui abbiamo apprezzato la linea di rigore e la scelta di restare a Catania quando sarebbe stato molto più comodo ottenere una poltrona romana”.

Lo ha detto Nello Musumeci rivolgendosi agli oltre 300 militanti e sostenitori presenti all’incontro, tenutosi ieri sera, presso lo “Spazio cromatico” di via Ursino. Non ha usato mezzi termini per sostenere Raffaele Stancanelli nella sua ricandidatura a sindaco di Catania. “Siamo stati i primi a dire che il centrodestra doveva restare unito alle elezioni amministrative di Catania – ha dichiarato Musumeci - È logico e ragionevole appoggiare il sindaco uscente, come vuole una regola essenziale nelle coalizioni di governo”.

A tal proposito, Musumeci ha ricordato il patrimonio di valori del centrodestra e le tante battaglie combattute con lealtà e serietà. “In questi anni – ha aggiunto il neopresidente della commissione regionale antimafia – non abbiamo mai barattato nulla con il sindaco, siamo stati leali e corretti, e per questo ancora più credibili di fronte ad un mercato di mercenari e ingrati. Salvaguardare il patrimonio ideale e valoriale del centrodestra, rinunciando anche a comprensibili ambizioni personali, è per noi una scelta irrinunciabile e doverosa, aldilà del sodalizio che per quarant’anni ha visto me e Raffaele allo stesso posto, pur con posizioni e ruoli diversi”.

“Il nostro auspicio - ha concluso Musumeci – è che Stancanelli continui il progetto avviato in questi cinque anni. Adesso Catania può finalmente passare dalla fase del rigore a quella della crescita, e tutti dobbiamo esserne protagonisti”.
“Ringrazio Nello – ha sottolineato il sindaco di Catania - per l’emozione che ci ha donato questa sera e per aver rivendicato i valori che ci appartengono e ci hanno forgiato”.

“In questi cinque anni - ha aggiunto Stancanelli - ho lavorato per riprendere le redini di una città che era sull’orlo del baratro. Ho dovuto dire tanti no e, chi non è stato accontentato, oggi si trova dall’altra parte. Ora voglio completare il percorso di risanamento già avviato. Anche se non sarà facile, la nostra comunità politica e ideale è abituata alle battaglie più grandi e sento tutta la responsabilità di questo insegnamento. Il nostro impegno è riscattare l’insuccesso delle elezioni regionali, quando la coalizione perse perché si presentò divisa”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica