Napoli-Catania 2-0, la parola ai protagonisti
SiciliaToday.net
Rolando Maran, tecnico del Catania

Napoli-Catania 2-0, la parola ai protagonisti

Le interviste del post-partita di Napoli-Catania 2-0, ai protagonisti del match del San Paolo. Hanno parlato: Maran, Mazzarri, Gasparin, Spolli e Capuano.

MARAN: “Il Catania ha fatto la partita che doveva fare. Il Napoli ha sfruttato le uniche occasioni che abbiamo concesso. Nella ripresa abbiamo giocato con una marcia in più ma abbiamo dovuto fare i conti con un grande Napoli. Bravi comunque ai miei ragazzi che ci hanno provato in ogni modo. Abbiamo pagato pure alcuni errori dell’arbitro che non mi va di commentare. Il goal di Hamsik? Credo che Capuano sia stato tradito dalla deviazione sul cross, ma è vero che ci siamo fatti trovare impreparati. Non voglio colpevolizzare i miei attaccanti. Negli ultimi 16 metri dovevamo però essere più decisi e cattivi. Serviva quel qualcosa in più che può fare la differenza. ”.

MAZZARRI: “Sono felice per la vittoria e per la prestazione anche se ho qualcosa da rimproverare ai miei ragazzi. Non dobbiamo mai abbassare la guardia e fare una partita come oggi. In due o tre occasioni abbiamo avuto fortuna, siamo ancora poco esperti nella gestione della palla, ci complichiamo troppo la vita. Vorrei fare i complimenti a Grava che è un campione vero che ci ha aiutato a far crescere i giovani in questi anni. Oggi, dopo un anno che non giocava, si è comportato benissimo non concedendo praticamente nulla a un giocatore pericoloso come Gomez. Scudetto? Non dobbiamo farci distrarre dalla classifica e continuare così”.

GASPARIN: “Spesso si dice che il risultato finale è frutto di episodi ed oggi per noi è stato così. Ci siamo trovati in svantaggio su una occasione rocambolesca, un non-tiro che diventa un assist per Hamsik. Gli errori di Calvarese? Stop in area di Zuniga col braccio non è calcio di rigore, nuova regola. Colpo al volto di Lodi, tre giornate, colpo al volto di Grava, ammonizione. C’è troppa differenza tra questi due episodi identici. Oltre agli errori gravi del direttore di gara c’abbiamo messo dentro anche qualche errore nostro e una grossa dose di sfortuna. Abbiamo giocato con una delle squadre più forti del campionato ed occorreva una partita perfetta. Dobbiamo perseguire la strada che abbiamo intrapreso. Puntiamo a quota 40 e poi cercheremo di cogliere il massimo ottenibile. Cani? Sono passati otto giorni. Ci sono ancora 15 giorni da attendere per i tempi tecnici della Fifa”.

SPOLLI: “Il Napoli ci ha punito nelle poche occasioni che ha creato. Il primo gol si poteva evitare. Avevamo di fronte un grande avversario e penso che la squadra ha fatto un’ottima partita, al di là del risultato. C’era un rigore netto per noi e l’arbitro non ha dato il rosso a Grava sul colpo rifilato a Gomez. Questo ha messo in salita la partita per noi. Sono stati decisivi gli episodi. Ormai è andata, pensiamo alla prossima partita in casa dell’Atalanta”.

CAPUANO: “Abbiamo disputato una buona prestazione contro questo Napoli e in questo campo. Nel secondo tempo abbiamo fatto la partita pur non essendo lucidi in area di rigore. Credo però che ci siano due episodi come il mani di Zuniga e l'ammonizione a Grava che potevano cambiare il corso della gara. Purtroppo tante volte siamo tornati a casa a mani vuote per certi episodi e questo dispiace”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio