Operazione sorriso. Le voci della tribuna

Operazione sorriso. Le voci della tribuna

Il Catania, domenica, ha perso malamente ma le "Voci della tribuna" acquistano un valore speciale questa settimana: provano a dare, forse, la giusta spensieratezza. Quella di cui ha bisogno l'ambiente rossazzurro e soprattutto i giocatori. Riportare le frasi più goliardiche ci permette anche di evidenziare un certo tipo di tifo, quello che esorcizza i momenti più bui con l'ironia, e trasforma l'amarezza in timido sorriso.

All'ingresso dello stadio due tifosi cercano di analizzare "culinariamente" la situazione del Catania:

"Mbare semu a frutta..."
"No mbare, semu già ca tuvagghia scutulata"

Vedendo l'inspiegabile apatia dei giocatori rossazzurri in campo, una voce suggerisce disperata:

"A siti senza sangu, o manciativi mpocu ri canni ro ziu Affio"

Il campo leggermente bagnato ha disegnato domenica qualche imprevedibile traiettoria. Un tifoso rossazzurro coglie l'irregolarità del balzo del pallone, con un'associazione impeccabile:

"Talia come rimbalza dda palla..e chi è n'supettele?"

Matri è il grande eroe della giornata viola, e naturale bersaglio delle "voci" rossazzurre:

"Matri di bonu c'hai solo a zita!" (L'ultima frase prima dell'inizio del match, ahinoi)

"Pigghianu Matri pi sostituire Mario Gomez...ddu Bayennmonaco cciù mpunìu stu cantru"

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio