Palermo, 1-1 a Cesena e natale al comando

Palermo, 1-1 a Cesena e natale al comando

Quello maturato tra due delle squadre più in forma dell'ultimo scorcio di campionato è un pareggio che vale al Palermo, nonostante tutto, ancora la testa della classifica della serie cadetta ad un turno dalla fine del girone d'andata. Uno a uno dopo tanta battaglia al freddo del Manuzzi, in casa del ds amico Foschi: poco amichevole comunque l'atteggiamento dei padroni di casa allenati dal tignoso Castori, buona però la risposta palermitana dal punto di vista dell'agonismo e del temperamento.

Giusto il tempo di prendere le misure e il Palermo dopo dieci minuti trova il vantaggio: Aleesami la mette in mezzo e pesca il macedone Trajkovski pronto ad insaccare in rete. Per larghi tratti sembra un dominio rosanero, ma poco dopo la mezz'ora i padroni di casa pareggiano quasi in modo fortuito con una rete di Jallow sugli sviluppi di un calcio piazzato. Nella ripresa c'è più confusione che vera e propria organizzazione di gioco (anche in virtù del progressivo calo del fantasista Coronado con il passare dei minuti), ma i pericoli principali come nel primo tempo arrivano sempre e comunque da parte dei rosanero che impensieriscono l'ex Fulignati (buona la sua prestazione) molto più di quanto i bianconeri facciano con Posavec. Nel finale Tedino tenta anche la carta Monachello

Il Palermo rimanda dunque l'appuntamento con il titolo di campione d'inverno, visti i soli due punti di vantaggio sulla seconda (il Frosinone, che ha approfittato del pareggio tra Bari e Parma). Contro la Salernitana di Colantuono, che ha perso in casa contro il Foggia, l'ultima dell'anno solare che vale il simbolico titolo al giro di boa dopo un natale roseo dal punto di vista strettamente sportivo.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio