Palermo, 1-1 nel big match col Siena

Big match del 31mo turno di Serie B al “Renzo Barbera”, con il Palermo capolista che in una serata dal clima più invernale che primaverile ospita il Siena di Beretta nella sfida tra le formazioni più in forma del girone di ritorno. Iachini conferma il collaudato 3-5-2 che ha portato la squadra in vetta e schiera difesa titolare e centrocampo al gran completo con il marocchino Lazaar e Stevanovic sulle fasce a supportare il confermatissimo Vazquez alle spalle di Lafferty, nuovamente titolare anche in virtù della squalifica di Dybala; i toscani rispondono con un modulo speculare guidato da Rosina e Rosseti, con l'ex Giacomazzi arretrato in difesa. Primi minuti di studio tra le due squadre e gara in equilibrio fino al 19', quando Rosseti controlla (forse di braccio) e scarica a sinistra su Spinazzola che porta palla e al momento giusto la restituisce alla punta: il numero 27 bianconero è poi bravo a battere Sorrentino con un destro rasoterra dal limite dell'area di rigore. La reazione degli uomini di Iachini non si fa attendere e al 26' sul cross di Stevanovic il portiere Lamanna esce e respinge male, mandando la palla sul corpo di Lafferty che quindi firma la rete del pareggio. Nel finale di tempo il numero uno della formazione ospite ha modo di riscattarsi con una bella parata su un ottimo colpo di testa di Lafferty, che poco dopo ci riprova con un sinistro rasoterra dal limite: il nordirlandese è sfortunato e coglie il palo, così il risultato non cambia e il primo tempo si chiude sull'uno a uno. Al rientro dagli spogloiatoi nessun cambio, ma in avvio di ripresa arriva un giallo pesante per Barreto: il capitano rosanero era diffidato e salterà quindi la trasferta di Varese di sabato. Anche la prima parte del secondo tempo è caratterizzata da un sostanziale equilibrio tra le parti; a cominciare la partita a scacchi dalle panchine è Beretta, che chiama fuori un positivo Spinazzola per mandare in campo Schiavone dopo l'ora di gioco. Iachini risponde al 75' inserendo Belotti al posto di Lafferty. A circa dodici minuti dal termine l'ex Bolzoni cerca la conclusione da lontano, palla di poco a lato: questa, di fatto, la migliore occasione della seconda frazione di gioco. Nei minuti finali c'è spazio per Hernandez, che rileva uno stanco Vazquez, e per l'ex Fabbrini (a fargli spazio è Vergassola); il terzo e ultimo cambio rosanero riguarda la corsia di destra, con Stevanovic che abbandona il campo e viene sostituito da Pisano. Nei tre minuti di recupero non succede nulla, il match si chiude quindi con un pareggio che consente al Palermo di salire a quota 60 punti. Prossimo impegno a Varese, sul campo dei biancorossi questa sera vincenti contro l'Empoli.
blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio