Palermo, 2-0 e retrocessione rimandata

Palermo, 2-0 e retrocessione rimandata

Doveva essere la partita dell’addio alla Serie A, si è trasformata in uno squillo rosanero: il Palermo rimane in vita, salendo a -10 dall’Empoli sconfitto in casa dal Sassuolo. La seconda vittoria tra le mura amiche, ai danni di una Fiorentina apparentemente in vacanza, rimanda la retrocessione e rinvigorisce la fiamma della speranza in chiave salvezza.

Tuttavia i calcoli sono puro esercizio per chi ci crede ancora, ma di fatto il ritorno in Serie B è soltanto rimandato. Diamanti, alla prima gioia rosanero (su punizione), e Aleesami confezionano il 2-0 ai viola e regalano una piccola gioia ai pochi intimi presenti allo stadio “Renzo Barbera”. Prova d’orgoglio di Rispoli e compagni, con il fantasista ex Guangzhou che ci mette l’anima e guida i suoi come non mai: e così ad aprile il Palermo è ancora vivo, mentre tutti (ma proprio tutti) erano pronti a ‘celebrare’ un funerale annunciato.

Tutto rimandato, in un campionato folle che comunque vada salverà una squadra non meritevole della massima categoria: Pescara, Palermo, Crotone, Empoli e Genoa si sono mostrate non all’altezza, eppure due di queste squadre si salveranno. Paradossi del calcio italiano.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio