Palermo, Budan: "Dybala, no all'Italia. Domenica tifo Palermo contro il Parma"

Palermo, Budan: "Dybala, no all'Italia. Domenica tifo Palermo contro il Parma"

Intervenuto nel corso della trasmissione televisiva “Palla al centro” (in onda ogni giovedì in prima serata su Cts ch.90 in tutta la Sicilia), l'ex rosanero Igor Budan ha parlato in qualità di doppio ex della sfida tra Palermo e Parma, soffermandosi anche sul tema Dybala-Italia molto attuale in questi giorni.

"Domenica forse farò il tifo per il Palermo - ha ammesso l'ex attaccante croato - troppe cose importanti anche a livello umano mi legano alla realtà palermitana e quelli rosanero sono i colori che mi sono rimasti nel cuore; quelli a Parma sono stati anni importanti per crescere come professionista. Parlando della partita di domenica, direi che il Palermo ha un vantaggio in questo momento: i ragazzi di Iachini sono in salute, giocano bene e formano un gruppo ottimo che ha entusiasmo, perciò li vedo come favoriti contro questo Parma. Se sarà una sfida Dybala-Cassano? Un giovane in grande forma contro uno più esperto, sono però due giocatori molto diversi: il palermitano - ha osservato l'attuale vice-ds dello Spezia - è molto più attaccante e lo cominciano a dimostrare pure i numeri, è una bella sfida ma in questo momento per me sicuramente è in vantaggio Dybala".

==> VIDEO - "PALLA AL CENTRO", puntata del 27/11 con l'intervista a Igor Budan <==

Così a proposito dell'eventuale approdo in azzurro per il gioiello rosanero: "Dybala e la possibile chiamata di Conte e della nazionale italiana? Per me non dovrebbe accettare (ride, ndr). Dico di no, perché forse io sono troppo orgoglioso di quello che sono ma anche quando con la Croazia venivano altri giocatori di altre nazionalità non ci vedevo molto senso. Conoscendo poi Paulo, che ha altri colori nel cuore nonostante abbia anche origini italiane che vanno rispettate, dico che se da parte sua attualmente c'è un “Ni” è meglio che non accetti perché in questi casi non si fa mai bene. Può essere motivo di orgoglio che una nazionale come quella italiana ti cerchi, ma - ha detto Budan a "Palla al centro" - col cuore per me è una cosa da non fare. O quantomeno, io non lo farei".

Queste le considerazioni sul Parma: "Nella stagione 2006-2007 ho vissuto l'arrivo di Ghirardi, con grande entusiasmo. Da lì ad oggi è riuscito a fare bene, purtroppo alcuni investimenti poi possono anche andare male. A Parma ho vissuto veramente due anni stupendi, fa male vedere la società in difficoltà: quello parmense è un grande ambiente, un paradiso per far crescere i giovani e per ottenere ottimi risultati. Purtroppo anche per mister Donadoni quella di ora non è una situazione facile e - ha affermato Budan riferendosi all'attuale situazione degli emiliani - bisogna trasmettere energia positiva ai giocatori: visti anche i risultati degli scorsi anni, non si può dire che ora Donadoni sia diventato meno bravo. Se il Parma prosegue con questo allenatore è perché di certo si pensa che non sia affatto colpa del tecnico e che un cambio in panchina non servirebbe in questo momento".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio