Palermo-Frosinone, la prima finale è rosanero

Palermo-Frosinone, la prima finale è rosanero

Una serata incredibile, un'altra battaglia con una cornice colorata e rumorosa all'inverosimile. Una nuova vittoria del Palermo, che si assicura due risultati su tre per la finale di ritorno.

La partenza tuttavia non è delle migliori per i rosanero, con Ciano che da lontano segna il gol dell'anno sorprendendo un Pomini che tutto si aspettava meno che una conclusione in porta: cala il gelo al Barbera, ma la squadra non si scompone e inizia subito ad imbastire azioni offensive in serie. La formazione ospite è giocoforza passiva, impegnata più a rompere le trame palermitane serrando le fila. Difficile trovare lo spiraglio, l'arbitro nel frattempo nega almeno un rigore a Nestorovski. A furia di insistere, comunque, gli uomini di Stellone trovano la rete: allo scadere della prima frazione di gioco è La Gumina ad infilare Vigorito dal limite. Controllo e tiro di controbalzo, palla che si insacca in basso alla sinistra del portiere.

Il copione del match non cambia nella ripresa: Palermo a fare gioco e Frosinone a difendere il risultato. C'è solo la fase offensiva rosanero, ma tutte le migliori occasioni non portano a nulla: all'improvviso, a dieci minuti dal termine, sugli sviluppi di un corner arriva l'episodio che può cambiare le sorti di un'intera stagione. Palla bassa e autorete di Terranova, il palermitano del Frosinone: è 2-1 per Nestorovski e compagni, il risultato non cambierà fino alla fine di questa finale d'andata dei playoff. Esplode a fine gara l'entusiasmo del Barbera: sabato sera in casa dei gialloblù basterà non perdere per tornare in Serie A.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio