Palermo, No Muos occupano Sala d'Ercole
Web

Palermo, No Muos occupano Sala d'Ercole

Hanno passato la notte all'Assemblea regionale siciliana. Dieci 'No Muos' ieri si erano finti turisti ed erano riusciti a violare l'Aula di Sala d'Ercole.
"Resteremo qui a tempo indeterminato", conferma l'attivista niscemese Elvira Cusa. Oggi è il giorno della mobilitazione nazionale contro il sistema satellitare Usa in costruzione a Niscemi dopo il nuovo via libera della Regione. "Bloccare il Muos, sabotare la guerra e cacciare Crocetta", sono gli slogan belligeranti dell'iniziativa contenuta da misure straordinarie di sicurezza, con decine di mezzi e oltre 200 uomini delle forze dell'ordine.

Il corteo, passerà per il centro attraverso piazza Politeama, le vie Ruggero Settimo, Cavour, Roma, Maqueda, Stabile, Vittorio Emanuele e approderà in piazza Indipendenza, davanti alla presidenza della Regione, dove l'allerta è massima e i dipendenti sono stati fatti allontanare. Anche il governatore Rosario Crocetta, del resto, non ci sarà: il comitato per l'ordine e la sicurezza, infatti, gli ha chiesto di stare lontano da Palermo sino alla fine della protesta. Attese migliaia di attivisti da tutta Italia.

Il presidente, in particolare, è ritenuto "un complice degli interessi americani e una controparte di quanti hanno a cuore il bene della Sicilia". Tra gli aderenti la Cgil, Legambiente, i Verdi, Rifondazione comunista e Sel, nonché il Comune di Palermo rappresentato con il gonfalone e una bandiera "No Mous" esposta sulla facciata principale di palazzo delle Aquile.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca