Palermo, Zamparini e la filosofia rosanero

Palermo, Zamparini e la filosofia rosanero

Intervistato dal Corriere dello Sport, il patron rosanero Maurizio Zamparini ha fatto un'analisi sulle strategie di mercato che deve tenere la sua società: "La nostra filosofia è sempre quella. La nuova era parte da giocatori di valore e da una struttura societaria con gente che non era mai entrata nel calcio e che porta una ventata di freschezza, non i vizi del sistema. E con un direttore sportivo che mi da garanzie, con cui vado d'accordo e lavoro bene".

Il numero uno del Palermo ha parlato anche dei suoi grandi colpi di mercato: "Pastore, Cavani, Sirigu, Toni, Amauri, Balzaretti, Barzagli, Cassani, Grosso, i primi nomi che mi vengono in mente. Giusto per non dimenticare. Quando non ho fatto il mercato è stata la distruzione! Con Iachini e i nostri giovani ne vedremo delle belle. Quando ho visto la cassetta di Pastore, ho detto a Sabatini di prenderlo subito, un fuoriclasse. E anche a Napoli ha inventato un gol da vero artista. Lo stesso con Dybala. Con la differenza - ha osservato Zamparini - che dopo il filmato, per lui ho utilizzato il futuro: diventerà un grande attaccante. Penso di capirne, l'ho preso giovanissimo, ha tempo per esplodere. E' come il primo Montella".

Così poi su Franco Vazquez e la vecchia gestione Lo Monaco: "Lui è stato bruciato dagli pseudo-tecnici che ho avuto prima di Iachini. Con Beppe ho parlato chiaro: non penso che Vazquez sia un elemento di poco conto se in Argentina, per salutarlo, hanno organizzato una festa per lui. Vazquez è rinato. Una bella soddisfazione. Dovete pensare che Lo Monaco e compagnia bella hanno distrutto uno come Rios. In quel maledetto gennaio c'è stata la catastrofe, per andare in B. Ero veramente stanco e ho sopravvalutato una persona che non meritava tanta fiducia. Un errore che non commetterò più".

Zamparini si è quindi soffermato sulla questione che riguarda il mercato del portiere Stefano Sorrentino: "Ha 35 anni e non può essere considerato il futuro, abbiamo un altro portiere molto bravo che si chiama Ujkani ed è il nostro avvenire. Forse Sorrentino si sta guardando in giro. Può anche darsi che, se rimane, faccia un pò la chioccia e il... secondo. Il nostro domani è Ujkani. Crediamo in lui e intendiamo farlo crescere. Sorrentino è costato troppo in relazione all'età. Siamo felici che rimanga, è un grande portiere, se lo vogliono, debbono pagarlo. Però la nostra indicazione è che, a parità di valori, gioca il più giovane". Sull'ex numero uno del Chievo ci sarebbe il forte interesse della Juventus, che lo avrebbe individuato come ideale nuovo vice-Buffon.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio