Palermo, brutto ko: è 0-3 Cittadella

Palermo, brutto ko: è 0-3 Cittadella

Missione fallita, niente primo posto riconquistato e niente abbraccio da parte del pubblico: pochi, nonostante tutto, gli spettatori allo stadio e pochissime le emozioni concesse dai rosanero in una gara completamente sbagliata contro un Cittadella organizzatissimo e certamente più in palla dal punto di vista fisico.

Niente alibi comunque, perché poco i fatti del campo hanno a che fare con quanto sta accadendo fuori a livello societario con l'inchiesta da parte della Procura e l'istanza di fallimento avanzata nei giorni scorsi: non si parli di squadra distratta, le giustificazioni di questo genere non reggono.

I ragazzi di Tedino, come lo stesso allenatore, hanno sbagliato la partita al cospetto di un Cittadella che ha fatto al meglio quello che doveva fare ed ha per giunta mantenuto il pallino del gioco per gran parte dell'incontro. Kouame, Strizzolo (migliore in campo) e Salvi firmano uno 0-3 meritato per gli ospiti, che vale il secondo ko in campionato per i rosanero (due sconfitte su due in casa): suona bene l'orchestra del Cittadella, stona del tutto quella palermitana con strumenti ancora da accordare come il farraginoso Embalo e il non pronto Aleesami il cui rientro dopo l'infortunio probabilmente poteva essere rimandato.

Non si muove la classifica di Nestorovski e compagni, che rimangono dunque nel gruppetto delle seconde (dietro Bari e Parma) e compiono un brutto passo indietro rispetto alle precedenti uscite. Giustificato il rumoreggiare da parte dei pochi intimi presenti al Barbera, del tutto condivisibili i fischi al termine dell'incontro. Il calendario adesso dice Avellino, Venezia e Bari in serie (due trasferte con in mezzo la sfida con i lagunari in casa): da questo trittico si capirà tanto sul futuro della stagione...

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio