Palermo, clamorosa débâcle interna

Palermo, clamorosa débâcle interna

Bella giornata di sole a Palermo, brutta giornata per i rosanero: nel fondamentale scontro diretto con l'Atalanta, infatti, gli uomini di Gasperini steccano clamorosamente nonostante i nuovi acquisti in campo dal primo minuto. Il tecnico del Palermo lancia nell'undici titolare sia il regista Faurlin che gli attaccanti Fabbrini e Boselli, oltre a Nelson sulla corsia destra che si unisce ai vari Sorrentino e Dossena che avevano già esordito in partite precedenti. L'Atalanta si presenta al “Renzo Barbera” con un 4-5-1 abbottonato per giocare in contropiede e con questa tattica porta a casa l'intera posta in palio.

Nel primo tempo buon avvio dei padroni di casa: all'11' tiro da fuori area di Donati, di poco a lato il destro diretto all'incrocio dei pali del centrocampista oggi schierato nei tre di difesa. Al 15' si affaccia in avanti l'Atalanta, ma Bonaventura di destro non centra la porta; quindi al 17' penetra in area Fabbrini, il suo destro però è debole e si spegne fuori dallo specchio. Poco dopo la mezz'ora lancio di Faurlin, sponda di Boselli indietro per Fabbrini e destro respinto in corner da Consigli; in chiusura di primo tempo buco centrale per il Palermo, ma l'ottimo Sorrentino esce bene e repinge il tiro di Parra con le gambe. La prima frazione di gioco si chiude a reti inviolate.

Nella ripresa subito un tentativo di Boselli smanacciato da Consigli, poi Parra si divora la rete del vantaggio: grande Bonaventura in area, slalom e assist ma tiro alto dell'argentino che successivamente lascia il posto a Denis. Al 55' incredibile contropiede degli ospiti, Denis mette in mezzo per Radovanovic che da fuori area colpisce la travera, sul rimpallo è più veloce di tutti Carmona a realizzarre di testa lo 0-1 per l'Atalanta. Cominciano i cambi per il Palermo, nel frattempo Boselli spreca almeno un paio di buone occasioni. Al 71' raddoppio degli ospiti proprio con Denis: buco sfruttato dal centravanti ben lanciato verso la porta: l'argentinbo la mette tra portiere e palo con il destro. Ultimo cambio rosa al 77', Malele entra al posto di un fischiatissimo Ilicic, autore di una prova al di sotto delle aspettative.

A sette minuti dalla fine rete della speranza con Nelson: il terzino sfrutta un cross dalla destra di Formica e con una deviazione di sinistro realizza l'1-2 per i rosanero. In pieno recupero, al 91' Consigli salva su Boselli, gran parata decisiva sul colpo di testa del nuovo attaccante del Palermo. Gli attacchi finali non sortiscono alcun effetto, la formazione palermitana perde ed esce tra i fischi dei propri sostenitori. A nulla è servito il record stagionale di presenze sugli spalti, con poco più di 23mila spettatori: nonostante uno stadio intero a sostenere la squadra dal primo all'ultimo minuto il Palermo tradisce la propria gente e si complica ulteriormente la vita nella lotta per la salvezza.

Alessandro Rubino
Twitter: @rubinotweet


blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio