Palermo, con la Roma resurrezione rosanero

Palermo, con la Roma resurrezione rosanero

Nell'uovo di Pasqua trovi il regalo che non t'aspetti: il Palermo di Sannino tira fuori una prestazione importante e convincente contro la Roma di Andreazzoli, prima della sosta una delle squadre più in forma del campionato. I rosanero recuperano Miccoli e schierano un Ilicic in condizioni eccellenti, Totti e una batteria di incursori alle sue spalle per la formazione capitolina.

Parte subito forte il Palermo al 7' la punizione di Miccoli dai 20 metri trova la parte alta della traversa a portiere battuto: primo quarto d'ora di gara piacevole, con le due squadre che provano a fare la partita e con i rosanero di maggiore qualià che appaiono subito ispirati. Al 21' arriva il vantaggio del Palermo: gran palla a giro di Miccoli, lo sloveno Ilicic dentro l'area controlla e poi di sinistro batte il portiere sul primo palo con un bel tiro rasoterra.

Ma non è finita qui: al 22' palo di Kurtic con destro dal limite dell'area, rosanero subito vicini al raddoppio, poi al 25' Ilicic dalla distanza col portiere si rifugia in corner. Risponde la Roma, ma Sorrentino poco dopo la mezz'ora blocca una conclusione non impeccabile di Totti; al 35' Miccoli realizza il 2-0 servito da Ilicic, autore di una splendida azione e di un perfetto assist che consegna al capitano una palla straordinaria.

Il primo tempo si chiude sul 2-0 per il Palermo, padroni di casa in palla e ospiti non pervenuti; dopo l'intervallo fuori Perrotta e Tachtsidis dentro Pjanic e Osvaldo, nessun cambio per i rosa. Discreto avvio di ripresa per gli ospiti, il Palermo sostituisce Miccoli con Dybala e i capitolini provano a spingere prestando il fianco alle azioni in contropiede degli uomini di Sannino, via via sempre più stanchi. Da segnalare al 66' un gran bel tiro di Pjanic dal limite, palla a giro che sfiora il secondo palo; per il resto ordinaria amministrazione per l'ottimo Sorrentino.

Una Roma in giornata negativa e un Palermo guidato alla perfezione da un Sannino mai domo, sempre in piedi davanti alla propria panchina, producono un 2-0 che consegna i tre punti ad una squadra che adesso può tornare a sperare nella salvezza, anche in virtù del pareggio tra Genoa e Siena nella delicata sfida in terra ligure. Il giusto modo per regalare una serena Pasqua ai tifosi, il cui entusiasmo si è riacceso contro ogni pronostico della vigilia.

@rubinotweet

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio