Palermo, crisi nera: ennesimo ko di fila

Palermo, crisi nera: ennesimo ko di fila

Ancora una sconfitta, per una crisi che non conosce fine. Nona sconfitta consecutiva nel Corini-Day, in casa e contro un Chievo Verona ordinato ma tutto sommato alla portata dei rosanero. E invece no, il Palermo è allo sbando: la squadra veronese vince, senza grosse difficoltà, per 2-0 con le reti di Birsa e Pellissier. Niente svolta per la squadra siciliana, che non ne combina una giusta e regala letteralmente le occasioni ai più concreti ospiti allenati dall'ex catanese Maran.

Non sono bastati ventiduemila tifosi ad affollare, come non si vedeva da tempo, il “Renzo Barbera”. Non è bastato l’effetto Corini. Il Palermo perde malamente: due gravi disattenzioni difensive hanno permesso ai clivensi di espugnare la vecchia ‘Favorita’, complice anche la prestazione altamente sopra la sufficienza dell’ex portiere rosanero Stefano Sorrentino, capace di uscire imbattuto dal ‘suo’ vecchio stadio con alcuni buoni interventi. Il Palermo resta ultimo a quota sei punti in classifica.

In conferenza stampa, mister Corini ha così commentato la giornata storta: “Purtroppo non c’è stata fluidità di gioco, sapevo che sarebbe stata una partita complicata perché il Chievo non regala nulla e sa come crearsi spazi. Io devo avere la lucidità per capire quale possa essere la nostra squadra. Ringrazio chi è venuto a darci una mano, lo apprezziamo e siamo consapevoli di dover essere noi a dover trovare l’energia giusta per uscire da un momento complicato. L’aspetto mentale in questo momento è preponderante, quello tecnico è una conseguenza delle partite e degli allenamenti. Sicuramente lo stato mentale fa la differenza, questa squadra esprime meno di quel che può fare. Oggi questi ragazzi possono fare meglio, dobbiamo avere la forza di cambiare questa inerzia“.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio