Palermo, è poker con Schelotto: 4-1 all'Udinese

Palermo, è poker con Schelotto: 4-1 all'Udinese

SCHELOTTO PUO’ ESULTARE – Parte bene il nuovo corso rosanero targato Guillermo Barros Schelotto. Prima volta in panchina al “Renzo Barbera” per il nuovo allenatore rosanero, sceso in campo come dirigente accompagnatore, con Giovanni Bosi – tecnico della Primavera – che oggi ha “ufficialmente” guidato la squadra anche grazie alle indicazioni tradotte da Enzo Maresca. Un bel 4-1 incoraggiante per il Palermo, che parte con il 4-3-3 presto trasformatosi in 4-3-2-1 e successivamente in 4-3-1-2 con i cambi di posizione di Vazquez su tutti. C’è la firma svedese di Quaison e Hiljemark in questo successo che scaccia via la crisi; Lazaar si fa il regalo di compleanno (venerdì ha compiuto 24 anni) andando anche lui in gol, Trajkovski entra e segna per chiudere un match nel quale Vazquez e compagni hanno dato ottimi segnali.

GLI EPISODI CHIAVE – Al 35′ il vantaggio rosanero: Giladino la difende bene e imbecca Hiljemark che si inserisce in area e con un bel colpo di suola all’indietro serve il connazionale Quaison bravissimo nel piazzarla sul secondo palo. Il raddoppio al 55′ dopo una bella ripartenza firmata Vazquez, palla a Quaison che crossa dall’interno dell’area e trova la deviazione con la coscia di Hiljemark da due passi. Il tris poi lo firma Lazaar con un tiro dalla distanza (nuovamente contro l’Udinese), deviato da Wague, poco dopo la mezz’ora della ripresa: nel giro di un minuto Thereau accorcia le distanze di testa, sugli sviluppi di un corner sbuca dietro a Goldaniga e davanti a Vazquez. Splendido, infine, il poker messo a segno da Trajkovski (appena entrato) che la mette dentro a giro dal limite con un sensazionale destro. In mezzo, almeno in un paio di occasioni è Sorrentino a mettersi in mostra con ottime parate: non è una novità. E dall’altra parte è Karnezis a limitare i danni, meritato il 4-1 in favore del Palermo.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio