Palermo, il 'Gallo' Belotti alza la cresta

Palermo, il 'Gallo' Belotti alza la cresta

Scontro diretto al "Renzo Barbera" tra Palermo e Sassuolo, due delle piacevoli sorprese di questa stagione e due tra le squadre più in forma nell'ultimo mese e mezzo. Rosanero ancora senza capitan Barreto, che non va neanche in panchina e lascia il posto al bulgaro Chochev, mentre rientra davanti Vazquez a fare compagnia a Dybala in avanti; per gli ospiti qualche assenza pesante per squalifica (Vrsaljko, Peluso e soprattutto Berardi), ma c'è il centravanti della nazionale Zaza. Alla fine la spuntano i palermitani, in una gara al cardiopalma risolta da Belotti: il centravanti dell'U21 azzurra realizza il gol-partita entrando sul finire della gara, segnando il primo gol in questa stagione di un rosanero entrato dalla panchina.

Parte forte il Palermo, che alla prima occasione passa in vantaggio: calcio d'angolo guadagnato e battuto da Dybala, sul traversone Rigoni elude la marcatura di Magnanelli e al secondo minuto di testa insacca a fil di palo alle spalle del portiere Consigli. L'estremo difensore al 5' devia in corner una debole ma non per questo poco velenosa conclusione di uno scatenato Dybala da posizione defilata al termine di una caparbia incursione personale. Al 13' tiro dalla distanza di Floro Flores, Sorrentino respinge di pugno; ancora il numero 70 rosanero respinge al 20' un bel tiro da lontano di Taider. Nella fase centrale della prima frazione di gioco il Palermo controlla, puntando sulle ripartenze, mentre il Sassuolo prova a fare la partita per cercare di rimontare lo svantaggio. Pericolo al 38' su una punizione degli ospiti calciata da Floro Flores, con Longhi che non riesce ad arrivare sulla palla tutto solo davanti alla porta. Nel finale di tempo il Palermo si ripropone dalle parti di Consigli, ma il risultato all'intervallo non cambia; al rientro dagli spogliatoi nessuna sostituzione. Apertura di ripresa piuttosto aperta ed avvincente, con le squadre che sin dai primi minuti iniziano ad allungarsi. Tra le fila dei padroni di casa continua ad incantare il baby fenomeno Dybala, ancora una volta in stato di grazia, mentre per gli ospiti sono Floro Flores e Zaza a mettersi in evidenza. Clamoroso al 63' l'errore da due passi di Maresca: su cross da destra di Morganella, il centrocampista rosanero colpisce di testa dal limite dell'area piccola sfiorando il palo. Più facile segnare che sbagliare, con Consigli che non avrebbe potuto far nulla. Proprio il portiere neroverde tre minuti più tardi viene espulso per fallo su Maresca, che viene fermato irregolarmente al limite dell'area di rigore con la porta ormai spalancata dopo che la palla aveva superato lo stesso Consigli uscito male per fermare l'azione palermitana. Tra i pali c'è spazio per Pomini, il tecnico Di Francesco chiama fuori Floro Flores; sul calcio da fermo il Palermo spreca tutto con uno schema non riuscito. Spazio poi a centrocampo per Della Rocca, alla prima presenza stagionale, per un più che positivo Chochev che giusto prima di uscire sfiora il gol del raddoppio calciando poco sopra la porta. Segue un nuovo tentativo fallito di Vazquez, dopo un contropiede non sfruttato da Rigoni. Alla mezz'ora Sorrentino controlla a terra un diagonale di Zaza, un minuto più tardi dentro Floccari per Sansone. Strepitoso a 12' dal termine il nuovo estremo difensore emiliano, prima su Dybala e poi sul colpo di testa di Gonzalez sul successivo corner. Per gli ultimi dieci minuti dentro Pavoletti al posto di Taider per gli ospiti, Bolzoni in luogo di Rigoni per i padroni di casa; proprio il nuovo entrato Pavoletti realizza a cinque minuti dal novantesimo la rete dell'1-1, favorito da un tocco errato di Andelkovic. Ultimi minuti in campo anche per Belotti, fuori l'ottimo (ma stanco) Maresca.

Ed è proprio il nuovo entrato Belotti a siglare al 93' la rete decisiva: il 2-1 arriva da posizione ravvicinata col centravanti che viene servito alla perfezione da Vazquez e batte un Pomini questa volta decisamente non impeccabile. Perfetto invece l'estremo difensore rosanero Sorrentino, che di piede salva su Zaza e consente il contropiede finale ai suoi. A tempo praticamente scaduto arriva il cartellino rosso anche per Cannavaro, brutto fallo di frustrazione su Dybala accanto all bandierina del corner. Finisce così 2-1 per gli uomini di Iachini, col Sassuolo che chiude in nove uomini. Palermo ora a quota 21 in classifica, con l'ultima gara del 2014 da disputare a Bergamo la prossima settimana senza troppi pensieri.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio