Palermo, loghi gay sulla Cattedrale durante il Festino per Santa Rosalia: duro attacco della Curia
Web

Palermo, loghi gay sulla Cattedrale durante il Festino per Santa Rosalia: duro attacco della Curia

La Curia di Palermo, attraverso il segretario dell'arcivescovo Paolo Romeo, attacca duramente il comune sull'organizzazione del Festino di Santa Rosalia. A scuotere la Curia sono alcune immagini del Gay Pride e loghi omosessuali proiettati ieri sera sulla facciata della Cattedrale, davanti a migliaia di fedeli accorsi alla festa religiosa.

"Vergogna! Stiamo toccando il fondo! L'ideologia omosessualista proiettata sul nobile portico meridionale della Cattedrale di Palermo in occasione del Festino della Patrona Rosalia! I simboli del gay pride e delle unioni omosessuali accostati ad un neonato". Queste le parole di Don Moscato segretario di monsignor Paolo Romeo che prosegue: "Il carro è stato fatto passare a Porta Felice da un cancello con motivi orgiastici. Ma chi può convincermi che è tutto normale? Ma chi può avere argomenti che difendano un vero e proprio insulto alla nobiltà della fede che la Santuzza e anche la Cattedrale rappresenta? Chi può dirmi che non si tratti di sudicia provocazione? Questo è il futuro visto con lo sguardo dei bambini? No! Questa è strumentalizzazione dei bambini! Questo è un futuro imposto ai bambini da minoranze che hanno uno sguardo falso e deviato. L'unica paura è per i più piccoli che ci guardano".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca