Palermo, male la prima: ko col Modena

Palermo, male la prima: ko col Modena

Serata di debutto stagionale in gare ufficiali per il Palermo neopromosso in Serie A, serata di sofferenza contro il coriaceo Modena di Walter Novellino che già nella scorsa stagione in cadetteria aveva dato del filo da torcere agli uomini di mister Beppe Iachini. Nel terzo turno eliminatorio della Coppa Italia, infatti, i rosanero deludono le aspettative e vengono clamorosamente eliminati dalla coppa nazionale davanti al pubblico di casa. Per la prima gara dell'anno il tecnico del Palermo conferma il modulo 3-5-2 e gran parte dei protagonisti della passata stagione, inserendo dal primo minuto i nuovi acquisti Feddal, Rigoni e Quaison: in difesa Munoz e Milanovic completano il terzetto davanti ad Ujkani, a centrocampo capitan Barreto è il terzo centrale posizionato tra i fluidificanti Lazaar e Pisano, mentre davanti gioca il tandem leggero formato da Dybala e Vazquez. Novellino risponde con un classico 4-4-2 ben messo in campo e con giocatori di buon livello per il campionato di Serie B.

Pronti-via e i padroni di casa sbandano, consentendo agli emiliani di passare in vantaggio: palla filtrante per il centravanti Ferrari che si inserisce bene e grazie ad un buon controllo di palla riesce poi a battere Ujkani alla prima occasione del match. Il Palermo accusa il colpo e si sveglia soltanto col passare dei minuti, soltanto Vazquez si fa vedere pericolosamente prima al quarto d'ora con un bel tiro basso deviato in corner dall'ottimo portiere Pinsoglio e poi un minuto dopo con un colpo di testa che non trova lo specchio della porta. Il Modena tiene botta e nei minuti finali della prima frazione di gioco affonda il colpo nuovamente: amnesia difensiva da parte dei rosanero e da due passi è Beltrame a castigare un colpevole Ujkani su assist di Ferrari, in precedenza ammonito per simulazione in area di rigore. L'ultimo squillo del primo tempo è del Palermo, col nuovo acquisto Quaison che calcia in porta dopo un bello scambio con Dybala: tiro innocuo quello dello svedese, che nell'intervallo viene poi sostituito da Belotti. Da segnalare la pioggia di fischi giunta dagli oltre 15mila spettatori giunti al "Renzo Barbera" al fischio dell'arbitro Guida di Torre Annunziata.

Al rientro dagli spogliatoi il copione del match non cambia: il Palermo prova a fare la partita con non poche difficoltà, il Modena controlla chiudendosi bene e concedendo poco. Intorno all'ora di gioco il serbo Milanovic di testa sfiora la rete sugli sviluppi di un corner, quindi Belotti di prima intenzione cerca di sfruttare l'invitante palla servitagli da Vazquez. Nulla di fatto, non serve neanche l'ingresso di Maresca in luogo di Rigoni; il fortino del Modena regge, Dybala e compagni davanti non riescono a pungere e continuano ad arrivare fischi e mugugni dagli spalti. Addirittura gli ospiti sfiorano il tris a dieci minuti dal termine, ma Ujkani questa volta riesce a salvare sul tentativo del nuovo entrato Luppi. Ultimi scampoli di partita concessi a Bolzoni, rimasto fuori dall'undici titolare a causa dei problemi fisici accusati in settimana: il mediano protagonista della promozione rileva Milanovic, mossa disperata per Iachini che passa così al 4-3-2-1 facendo scalare gli esterni in difesa. Niente da fare, alla fine arriva il terzo gol degli uomini di Novellino: a tre minuti dal termine è Schiavone a non lasciare scampo al portiere rosanero.

Finisce 0-3 per il Modena, i fischi accompagnano l'uscita dal campo del Palermo: c'è tanto da rivedere, diverse le note negative e quasi del tutto assenti quelle positive. A salvarsi è il solo Vazquez, che al 90' con un diagonale cerca di rendere meno amaro il passivo per la propria squadra. Si comincia con un ko, gli ultimi giorni di calciomercato serviranno alla società del patron Zamparini per correre ai ripari in vista di un campionato di Serie A che si preannuncia duro come non mai.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio