Palermo, show contro il Cagliari: 5-0
I rosanero esultano dopo il gol di Munoz

Palermo, show contro il Cagliari: 5-0

Prima partita del 2015, vecchie abitudini del 2014: il Palermo di Iachini torna a giocare in casa e contro il Cagliari, davanti al proprio pubblico, tira fuori una prestazione da incorniciare sulla scia di quelle offerte sul finire dello scorso anno tra le mura amiche. Solito 3-5-2 per la squadra palermitana, nei tre di difesa c'è Feddal al posto di Andelkovic; il Cagliari di Zola riparte dal 4-3-3 di Zeman, ma senza Ibarbo e Sau. Con un grandissimo primo tempo e una ripresa gestita con intelligenza, i rosanero regolano i sardi con un perentorio 5-0 che rilancia le ambizioni della squadra.

Inizio arrembante del Palermo, che al 5' passa in vantaggio con Morganella: su una corta respinta della difesa l'esterno rosanero riesce a calciare verso la porta dall'interno dell'area, la leggera deviazione di Crisetig non aiuta il portiere Colombi che incassa subito la prima rete del 2015 e del nuovo corso Zola.  Raddoppio quasi immediato per gli uomini di iachini, perché al 9' realizza il 2-0 l'argentino Munoz sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto dalla corsia mancina da Lazaar; il Cagliari non sta a guardare e poco prima del quarto d'ora di gioco impegna Sorrentino (oggetto dei desideri proprio dei sardi in questa sessione di mercato invernale), bravo ad opporsi di puro istinto alla conclusione ravvicinata di Rossettini. Ancora il portiere palermitano si esalta su Longo, parando di piede sul diagonale dell'attaccante scuola Inter al 25' (dopo un possibile fallo su Maresca non ravvisato dal direttore di gara): sulla respinta, Farias non centra la porta. Un minuto più tardi aarriva l'espulsione di Conti: per il capitano del Cagliari secondo cartellino giallo in meno di mezz'ora, ospiti in dieci uomini. Con la superiorità numerica il Palermo trova più spazi e al 29' Dybala sfiora il tris al termine di una buona azione personale, il portiere rossoblu però si oppone deviando in corner; ancora Dybala dopo un minuto è protagonista di un dubbio contatto in area, il rigore poteva starci. Il penalty arriva sessanta secondi più tardi, con Colombi che colpisce Dybala bravo ad anticiparlo di testa: dal dischetto il gioiello rosanero incrocia e realizza al 33' il 3-0 che questa volta affonda le speranze degli ospiti, che poco dopo rischiano di subire anche il quarto gol sulla conclusione dalla distanza di Vazquez (palla vicina all'incrocio dei pali). In chiusura di tempo è ancora Vazquez a sfiorare il poker, ancora una volta palla vicinissima all'incrocio dei pali con un diagonale di piatto di prima intenzione. È Palermo-show al "Renzo Barbera". Squadre al riposo sul 3-0 dopo una prima frazione di gioco senza storia, al rientro dagli spogliatoi Cossu e Crisetig non tornano in campo, al loro posto l'ex Joao Pedro e Dessena. Primo quarto d'ora della ripresa senza particolari emozioni, ritmi inevitabilmente più bassi rispetto al primo tempo. Spazio anche per Bolzoni, fuori Maresca già ammonito. E arriva al 27' del secondo tempo anche il quarto gol rosanero: assist al bacio di Vazquez, che di prima intenzione si inventa una scucchiaiata smarcante, poi conclusione potente di Dybala che insacca la palla del poker e della personale doppietta. L'attaccante, subito dopo la rete realizzata, viene sostituito da Belotti uscendo tra gli applausi; a dieci minuti dal termine anche Barreto prova a pescare il jolly, il suo tiro si spegne di poco fuori dallo specchio della porta. Nel finale applausi e sostituzione anche per Munoz, nel Cagliari ultimo cambio per Zola con Donsah che sostituisce Ekdal. Il jolly per Barreto, alla fine, arriva: a cinque minuti dal novantesimo tiro da lontano del capitano rosanero, palla che si insacca per il 5-0 della banda Iachini.  

Ultimi minuti ancora di marca palermitana, la partita si chiude con un pokerissimo che non ammette repliche: Palermo 5, Cagliari 0. Sardi non pervenuti, siciliani affamati, non poteva che finire in questo modo. Con questo successo i rosanero si portano a quota 25 punti in classifica, scavalcando i prossimi avversari della Fiorentina: Dybala e compagni a questo punto virtualmente salvi, con un rassicurante +13 sulla zona retrocessione che li porta in piena corsa per l'Europa.

Guarda le foto dell'incontro a cura di Nino Russo

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio