Palermo, spazzato via l'Avellino

Palermo, spazzato via l'Avellino

Torna alla vittoria dopo un mese il Palermo di Bruno Tedino, allenatore che salva la panchina e mette così a tacere tutte le voci su un possibile esonero (adesso altamente improbabile, visto il calendario che propone nuovamente degli incontri ravvicinati). Un comodo 3-0 casalingo riporta la squadra del patron Zamparini al secondo posto in classifica in coabitazione con il Parma.

Tutto molto facile per i rosanero contro l'Avellino, con vantaggio già nelle prime battute su rigore trasformato da Coronado: nella ripresa ci pensa La Gumina a fare la differenza. Al rientro dagli spogliatoi il giovane attaccante palermitano raddoppia sfruttando la prima palla utile giocata in profondità, quindi si guadagna il secondo rigore dell'incontro: fallo sul Niño, dagli undici metri Trajkovski fa tris. In mezzo alle due reti del Palermo c'è spazio anche per una bella parata di Pomini su Ardemagni, con riscatto del portiere rosanero non perfetto nel primo tempo e letteralmente graziato dagli avversari in almeno un paio di occasioni. Poco o nulla da segnalare dal punto di vista del gioco, la partita ha offerto come sempre pochi spunti e le tante assenze da una parte e dall'altra non hanno reso il match un test probante per verificare le reali condizioni del Palermo.

La rincorsa alla promozione diretta da parte dei siciliani ad ogni modo prosegue e continuerà nelle prossime sfide con Venezia (venerdì) e Bari (lunedì 30), ma contro i lagunari mancherà l'ex trapanese Coronado.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio