Palermo, tris al Cittadella e primo posto

Palermo, tris al Cittadella e primo posto

Per la sfida al Cittadella, valida per il 18mo turno di campionato, il tecnico rosanero Iachini presenta il consueto 3-5-2 con alcune novità nell'undici titolare: Milanovic al centro della difesa rileva lo squalificato Terzi, a centrocampo Ngoyi vince il ballottaggio con Bacinovic e Lafferty parte dal primo minuto al fianco del confermatissimo Belotti. Soltanto panchina per Hernandez. Gli ospiti rispondono con un 4-4-2 guidato da Di Roberto e Perez, assente Coralli.

Come prevedibile, la partita la fa il Palermo: dopo il primo quarto d'ora di gioco è Lafferty ad avere un paio d'occasioni nel giro di cinque minuti. La gara però si accende al 23' con la rete rosanero messa a segno da Munoz: punizione guadagnata da Belotti, battuta da Barreto e zuccata vincente del difensore argentino che elude la marcatura di Pecorini a centro area. Due minuti più tardi il raddoppio con lo stesso copione, perchè è ancora Munoz a realizzare di testa su calcio di punizione di Barreto che dalla linea di fondo indirizza verso il secondo palo. Dopo neanche mezz'ora è 2-0 Palermo. Sotto di due reti il Cittadella tenta di reagire e nel finale di tempo prima effettua un cambio (La Camera al posto di Colombo) e poi accorcia le distanze sugli sviluppi di un corner: a segnare al 43' è il capitano Pellizzer con una deviazione di nuca che batte l'incolpevole Ujkani, bravo un minuto prima a salvare su un bel diagonale di Pecorini. La prima frazione di gioco si chiude qundi sul 2-1 per i padroni di casa.

La ripresa si apre senza sostituzioni e con gli uomini di Iachini che ricominciano a premere a caccia della terza rete. Ci prova Milanovic di testa dopo due minuti, quindi Belotti al 53' su invito di Barreto: il portiere Di Gennaro è bravo ad allungarsi e ad evitare il sigillo dell'ex Albinoleffe. In mezzo alle due occasioni rosanero si registra la punizione dell'ospite Di Roberto che cerca di sorprendere Ujkani senza centrare lo specchio della porta. A metà tempo iniziano i cambi: a lasciare il campo sono prima Pugliese e poi Lafferty, entrano Minesso per il Cittadella ed Abel Hernandez per il Palermo. Ed è proprio l'uruguaiano a calare il tris a otto minuti dal termine con un bellissimo sinistro piazzato a mezza altezza sul secondo palo appena dopo aver scartato due avversari al limite dell'area. Subito dopo Troianiello rileva Belotti che esce tra gli applausi degli oltre ottomila spettatori presenti al "Renzo Barbera". Nel recupero ci provano pure Pisano e Bolzoni ma finisce 3-1 con gli inutili tentativi degli ospiti negli ultimi secondi.

Grazie a questo successo e al contemporaneo pareggio dell'Empoli in casa col Cesena, il Palermo centra il primo posto in classifica balzando a quota 34 punti. Prossimo match a Carpi per tentare di conservare il primo posto alla vigilia di un Natale che potrebbe essere molto dolce per i supporters rosanero.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio