Palermo, uccide la moglie e un'amica per poi sucidarsi
Web

Palermo, uccide la moglie e un'amica per poi sucidarsi

Due cadaveri di donne sono stati rinvenuti in un appartamento di via Vincenzo Di Marco 21 a Palermo. Una di queste è la moglie dell'uomo che si è ucciso gettandosi sotto la metropolitana questo pomeriggio.
L'uomo, Gabriel Dimitro, 37 anni, prima di andare alla stazione Giachery per suicidarsi, aveva ucciso la moglie, Micaela Gauel, una rumena di 34 anni, e un'altra donna, polacca del 1975, una coinquilina. Un corpo si trovava sul letto con il cranio fracassato da un colpo d'ascia, che è stata ritrovata accanto al corpo; l'altro corpo era per terra con un sacchetto di plastica a coprirle il volto: secondo le prime ricostruzioni potrebbe essere stata strangolata.

Sul luogo del delitto intanto sono già arrivati il magistrato, il medio legale e gli agenti della Scientifica. A dare l'allarme è stata la cugina della moglie dell'uomo suicida che, preoccupata perché non riusciva a rintracciare la parente per darle la notizia del suicidio del marito, ha chiamato i vigili del fuoco che sono entrati nell'appartamento sfondando la porta. I pompieri si sono ritrovati così davanti alla macabra scena del delitto. La famiglia della cugina si trova adesso in Questura per essere interrogata. Interrogata anche la coppia di anziani che vive nell'appartamento accanto.

Sconvolti i vicini di casa. "Non c'erano mai stati litigi tra loro", ha raccontato il padre del portiere dello stabile. Sul caso stanno lavorando sia la Polizia ferroviaria di Palermo, sia gli agenti della Questura. Pare che l'uomo, buttandosi sotto il treno della metropolitana, nei pressi della stazione Giachery, si sia messo sui binari a braccia aperte attendendo lo schianto, che il macchinista non è riuscito a evitare.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca