Palermo, ufficiale la Serie B

Palermo, ufficiale la Serie B

È arrivato, oseremmo dire finalmente, il verdetto ormai atteso da settimane: il Palermo retrocede in Serie B, è ufficiale. Tanti saluti alla Serie A, arrivederci e grazie come si suol dire…

Proprio a Verona e proprio sotto gli occhi di Sorrentino (che nella scorsa stagione al Bentegodi prese in mano la squadra rosanero, letteralmente, iniziando la rincorsa culminata con la salvezza) il Palermo affonda e stavolta abbandona il massimo campionato. Superfluo ogni tipo di commento alla partita odierna col Chievo (1-1 con rigore di Pellissier e pareggio di Goldaniga nel finale), oggettivamente di scarso livello e con pochi spunti tecnici da segnalare: c’è solo da certificare l’addio alla Serie A per la squadra e la società di Maurizio Zamparini e del neo presidente Paul Baccaglini, non ancora proprietario a tutti gli effetti. Altrettanto superfluo ci sembra tracciare oggi un bilancio e commentare una stagione negativa su tutta la linea, giustamente conclusasi con una retrocessione giunta quando restano ancora altre tre partite da giocare che – ironia della sorte! – erano state individuate come potenziali spareggi in chiave salvezza. E invece no, la scritta game over compare qualche settimana prima della fine del campionato: l’auspicio, per il Palermo, è che il nuovo corso possa gettare basi solide e concrete sin dalla prossima stagione in Serie B.

L’attenzione si sposta adesso sulla trattativa per la cessione delle quote societarie, nella speranza che i tempi per l’atteso closing non si allunghino ulteriormente.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio