Palermo, vittoria d'oro a Perugia

Palermo, vittoria d'oro a Perugia

I tre punti servivano come il pane, la vittoria era l’unico modo per dare seguito ai proclami dei giorni scorsi e lanciare un segnale all’esterno: il Palermo è vivo, il Palermo lotta. Contro tutto e tutti, dopo i problemi affrontati dentro e fuori dal campo nelle scorse settimane.

Novanta minuti per mettere da parte le difficoltà legate alle vicende societarie, una partita per lasciare alle spalle un inizio di girone di ritorno da dimenticare. Sono arrivate le risposte che tutti si aspettavano, c’è stato finalmente il ruggito del leone ferito: questa volta non in sala stampa con Bellusci, bensì in campo con un gruppo che ha meritato il successo sul campo del Perugia. Un 1-2 dal peso specifico incalcolabile, arrivato in un momento delicatissimo e dopo giorni di grande ansia e nervi tesi. Due reti per Puscas, curiosamente al secondo minuto di ambedue i tempi di gioco, un rigore parato per Brignoli che cala la saracinesca e in versione Superman blinda la porta parando anche le mosche fino alla rete di Melchiorri arrivata poco prima dei lunghissimi cinque minuti di recupero. Buono pure il piano-partita di Stellone, agevolato dal vantaggio immediato: corretta, in ogni caso, la lettura della gara (sostituzioni incluse). Insomma, al netto della sofferenza nei minuti finali, è andato tutto bene in terra umbra.

Sono arrivati tre punti pesantissimi, buoni anche per scavalcare il Brescia (in campo alle 18, vincendo può effettuare il contro-sorpasso) e preparare lo scontro diretto al vertice con rinnovata fiducia. Aspettando buone nuove su altri fronti, la squadra regala (e si regala) qualche sorriso…

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio