Palermo, vittoria di rigore sul Perugia

Palermo, vittoria di rigore sul Perugia

Un match aperto, non privo di errori da una parte e dall'altra, conclusosi nel migliore dei modi per i colori rosanero: un penalty rilancia Nestorovski e compagni, che conquistano i tre punti contro una delle formazioni più in palla dell'intero campionato e arrivata all'incontro con i galloni da capolista. Come sempre in evidenza Coronado, come sempre insicuro Posavec e come sempre solido Struna in difesa. Come sempre, inoltre, scarsa (ma rumorosa) la presenza di pubblico sugli spalti.

Serata autunnale al Barbera, clima più umbro che siciliano per la sfida tra il Palermo ed il Perugia di Giunti: mischiano un po' le carte i tecnici e nel primo tempo le battute iniziali evidenziano una fase di studio tra le due compagini. Relativamente intraprendenti ambedue le squadre, con gli ospiti che faticano tuttavia ad inquadrare lo specchio della porta. Nel finale di tempo due buone iniziative dei rosanero, con Aleesami a favorire prima il solito vivace Coronado e poi il centravanti Nestorovski: pochi, comunque, i pericoli reali per Rosati.

Dall'altro lato brivido in pieno recupero con l'uscita di Posavec, corretta nelle intenzioni ma pessima nell'esecuzione: buco imprevedibile che sorprende lo stesso Buonaiuto, che non centra la porta graziando i rosa e fallendo la più ghiotta delle occasioni. In apertura di ripresa grandissima opportunità per Chochev, imbeccato dall'errore di un difensore che lo smarca davanti al portiere: conclusione bassa e respinta dell'estremo difensore perugino. Si riscatta pure Posavec, ottimo il suo intervento sul tiro ravvicinato di Han. Botta e risposta, la gara si accende con Coronado che dal vertice dell'area di rigore sfiora il secondo palo e pochi istanti dopo nuovamente Han che di testa manda alto da due passi.

Il tempo scorre, la partita resta aperta: a 10' dal termine rigore (ad onor del vero dubbio, generoso) assegnato per fallo di mano dell'ex trapanese Colombatto dopo un fortuito rimpallo sulla coscia. Esecuzione perfetta di capitan Nestorovski e vantaggio rosa. Lo stesso Colombatto sfiora il pari su calcio di punizione, di poco alta la sua conclusione a giro. Sul ribaltamento di fronte Rispoli non la chiude. Al novantesimo il rosso diretto per Bellusci, anima le battute conclusive della partita che termina tra le polemiche per alcune scelte arbitrali. Liberatorio, al triplice fischio, l'urlo dei tifosi...

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio