Palermo, vittoria in rimonta e primo posto

Palermo, vittoria in rimonta e primo posto

Il Palermo di mister Rino Gattuso affronta e batte il Cesena di Rino Foschi, ex direttore sportivo rosanero e adesso dirigente romagnolo, nella quarta giornata del campionato cadetto. Schieramento palermitano simile a quello già visto a Padova, con Barreto che rileva Sanseverino nel 4-3-2-1 risultato vincente nell'ultimo match esterno; 3-5-2 per i bianconeri di Bisoli, che propone l'ex Succi in attacco dal primo minuto.

Solito Palermo in avvio, la squadra di Gattuso tende a fare possesso palla senza però concretizzarlo. Bisogna aspettare il16' per la prima azione degna di nota: Dybala dall'interno dell'area va al tiro di controbalzo col sinistro su ottima sponda di testa di Di Gennaro, imbeccato da un lancio di capitan Barreto. Succede poco altro fino alla mezz'ora, quando Hernandez dal vertice dell'area pesca bene in orizzontale Dybala che calcia a lato; subito dopo risponde Defrel di testa su invito di Succi, palla sopra la traversa. È il Palermo a fare la partita, ma le linee chiuse e compatte del Cesena non concedono occasioni da gol. In chiusura di tempo il classe '91 Defrel prova ad ispirare i bianconeri: al 42' punizione a cercare i compagni in area, ma è bravo Sorrentino ad uscire coi pugni e respingere. Poi, prima dell'intervallo, ancora Defrel dal fondo la mette indietro e Alhassan sbaglia tutto dal limite dell'area. Sospiro di sollievo per il Palermo.

Nessun cambio tra i due tempi, ma in apertura di ripresa arriva il vantaggio ospite: al 52' De Feudis realizza dopo l'errore clamoroso di Morganella. L'esterno svizzero serve all'indietro Munoz che perde il contrasto con Renzetti, bravo ad allargare per un liberissimo De Feudis che prende la mira e batte Sorrentino in diagonale. Un paio di minuti più tardi Di Gennaro ci prova dalla distanza, ma Campagnolo in due tempi para. Questa è l'ultima azione per il fantasista andato a segno a Padova, perché pochi secondi dopo entra Lafferty al suo posto; nel Cesena, invece, Cascione rileva l'autore del vantaggio, De Feudis. Il giocatore ex Sion e Rangers è subito decisivo: al 60' punizione vincente dai venticinque metri e pareggio rosanero. Il nordirlandese lascia di sasso Campagnolo con un gran tiro a giro che si insacca a mezza altezza sul secondo palo. A questo punto Gattuso chiama fuori Pisano, fischiatissimo, al suo posto entra un Daprelà ancora non top della forma.

Si innervosice il match e l'arbitro Cervellera di Taranto prende qualche decisione controversa: dalla panchina del Palermo parte qualche protesta di troppo e il direttore di gara decide di espellere il ds rosanero Perinetti. Al 67' l'episodio che cambia l'inerzia della partita: palla giocata in profondità per Lafferty e il difensore Volta interviene di mano concedendo un rigore solare alla squadra di casa. Dal dischetto, come a Padova, Hernandez realizza con freddezza; spiazzato Campagnolo ed è 2-1 per la gioia degli oltre 11mila spettatori presenti al “Renzo Barbera”. Due minuti dopo il vantaggio palermitano, Bisoli chiama fuori il mediano Alhassan per mandare in campo Granoche (punta ex Triestina e Chievo); quindi, al 79', fuori Consolini per D'Alessandro che va ad occupare la corsia di destra. Finale di gara con le squadre che si allungano e la lucidità che inevitabilmente viene a mancare col passare dei minuti.

A cinque minuti dal novantesimo Gattuso si gioca l'ultimo cambio, lascia il campo uno stanco Dybala per fare spazio a Lores Varela. Proprio il nuovo entrato ci prova subito dalla distanza, ma la palla è fuori. Il Cesena cerca di costruire qualche azione per giungere al pareggio, ma il Palermo c'è e controlla bene la partita evitando ogni pericolo. Nei tre minuti di recupero non succede nulla (Bolzoni calcia alle stelle dopo una ripartenza di Hernandez), così i rosanero vincono 2-1 portandosi a quota sette punti in classifica. Aspettando Empoli-Padova e Avellino-Varese, i tre punti valgono il primo posto in classifica per il Palermo di Gattuso, espulso a meno di un minuto dal fischio finale.

A.R.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio