Pd Sicilia, primarie congressuali: Cuperlo batte Renzi
Web

Pd Sicilia, primarie congressuali: Cuperlo batte Renzi

In Sicilia Gianni Cuperlo vince la sfida con Matteo Renzi. I dati, trasmessi dalle segreterie provinciali, quando mancano i risultati di qualche circolo, indicano uno scarto di circa 1.600 voti, all'incirca 6 punti percentuali. Ben distanti Pippo Civati con poco meno del 6% e Gianni Pittella con poco più del 4%.

"A questo punto i dati non possono cambiare, siamo molto soddisfatti", commenta uno dei due coordinatori dell'area Cuperlo in Sicilia, Enzo Napoli. Per Lillo Speziale, l'altro coordinatore, il risultato "conferma la necessità per la sinistra italiana di un partito che sia una comunità di valori, radicata nel territorio, che sfugge dal controllo delle tessere e che esalta la militanza e l'impegno".

"Queste - aggiunge Speziale - sono le ragioni perché migliaia di iscritti al Pd hanno premiato Cuperlo. Considerando che dalla parte di Renzi c'era tutto l'apparato, da Francantonio Genovese a Nino Papania fino al segretario uscente Giuseppe Lupo, il risultato assume una valenza straordinaria. Attorno a Cuperlo si sono mobilitati giovani, donne, dirigenti che pensano che il partito sia uno strumento utile per cambiare da sinistra la società".

La provincia di Catania ha confermato la preferenza a Gianni Cuperlo che gli consegna un 48 per cento sugli altri candidati. Matteo Renzi si ferma al 39 per cento. Parità al 7 per cento per Pippo Civati e Gianni Pittella. I votanti sono stati complessivamente 3959. Nel dettaglio, sono state espresse le seguenti preferenze: Cuperlo 1.905, Renzi 1.512, Civati 271, Pittella 271. A favore di Cuperlo anche Agrigento dove ottiene il 62,2% delle preferenze contro il 29,06 preso da Renzi. O Caltanissetta, dove il candidato triestino porta a casa il 52,2 percento contro il 34,7 del sindaco toscano.

Sono 'renziane', invece, le province di Ragusa, Siracusa e Trapani. In tutte e tre stravince il sindaco di Firenze, rispettivamente con il 48,9, il 53,47 e il 68,64, staccando Cuperlo a Ragusa di 11 punti, a Siracusa di 17 punti e a Trapani di ben 42 punti. Ma la provincia dove Matteo Renzi ha sbaragliato gli avversari è proprio Messina: il sindaco fiorentino porta a casa quasi il 70 percento (67,24) contro il 19,80 ottenuto da Gianni Cuperlo.

Sostanziale pareggio a Palermo, dove la fase congressuale di queste primarie per l'elezione del segretario nazionale del Pd si chiude con soli 3 voti di scarto, infatti (2007 contro 2004), il sindaco di Firenze incassa il 46 percento delle preferenze, ma è seguito a ruota da Cuperlo che ottiene, invece, il 45,9.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica