Reggina-Catania 2-1: le pagelle dei rossazzurri
Nino Russo

Reggina-Catania 2-1: le pagelle dei rossazzurri

PISSERI voto 6: Praticamente inoperoso per tutto il primo tempo. Incolpevole sul destro rabbioso di Bianchimano: una fucilata imprendibile. In avvio di ripresa si ripete si ripete quanto visto a Siracusa, con un fitto lancio di petardi e fumogeni proprio nei pressi della sua porta. Impotente in occasione del raddoppio reggino.

AYA voto 5: Per tutto il primo tempo soffre maledettamente la fisicità e la freschezza di Bianchimano. In occasione della rete si fa saltare vistosamente dal numero 9 calabrese. In calo.

TEDESCHI voto 6: Rischia di rovinare una prestazione impeccabile al minuto 73 quando perde malamente un pallone nella propria metà campo per eccessiva sicurezza. Per il resto non sbaglia nulla.

BOGDAN voto 6: Insieme a Tedeschi regge con sicurezza la retroguardia etnei. Dei tre centrali è sicuramente il migliore. Prestazione da veterano anche se l’azione che porta al 2-1 nasce da un voto sulla sua zona creato da una sua “escursione” in avanti.

SEMENZATO voto 5,5: La Reggina attacca spesso dalle sue parti e Semenzato, insieme ad Aya, soffre la freschezza dei vari Bianchimano, Di Livio e De Francesco. Si vede spesso anche nella metà campo avversaria con risultati alterni.

BIAGIANTI voto 7: Un lottatore in mezzo al campo. Il capitano combatte con grinta e coraggio, sbrogliando spesso delle situazioni potenzialmente complicate. Al 73’ compie un autentico miracolo quando disinnesca un contropiede pericoloso generato da un errore di Tedeschi. Il migliore in campo.

MAZZARANI voto 6: Un po’ regista, un po’ trequartista il numero 32 rossazzurro è libero di spaziare nell’asse centrale della trequarti reggina. In assenza di Lodi il gioco passa dai suoi piedi. Nei primi quarantacinque minuti va vicinissimo al gol in più di un’occasione. Al possibile 7 del primo tempo, segue una ripresa assai anonima che si ripercuote sul voto finale.

dall’87’ZÉ TURBO s.v.: Lanciato da Lucarelli nel finale il giovane calciatore dà freschezza ad un “asciutto” reparto d’attacco. Un po’ prima, no?

CACCETTA voto 5,5: Andatura lenta e pesante ma di indubbiamente efficace. Figura di peso nella mediana etnea, dà una mano a Biaginati nel lavoro sporco. Si vede anche in zona gol, ma Cucchietti gli nega la gioia della prima rete in rossazzurro.

MARCHESE voto 6: Buona prestazione quella fornita dall’esterno di Delia. Nel primo tempo spedisce un buon numero di palloni in mezzo all’area di rigore della Reggina, uno dei quali è mandato in rete da Curiale.

CURIALE voto 5,5: Fino al quarantatreesimo, minuto nel quale fredda Cucchietti, sulla sua prestazione pesano gli errori commessi davanti alla porta, su tutti quello in avvio di gara quando sarebbe stato più facile segnare che sbagliare. Si fa perdonare con il terzo gol in campionato che vale il pareggio in un momento topico della gara. Nella ripresa non si vede mai.

dal 78’RIPA s.v.: Sostanzialmente non gli arriva mai un pallone. Ingiudicabile.

RUSSOTTO voto 6,5: Partita sopra la sufficienza per il numero 7 rossazzurro, veloce e ispirato soprattutto nel primo tempo. Diversi assist interessanti sfornati, ma i suoi compagni non ne sanno approfittare…

LUCARELLI voto 5,5: Pronti via ritorna all’antico con l’inserimento di Marchese, Semenzato sugli esterni, Russotto e Curiale in avanti. Privo a centrocampo delle geometrie di Lodi, si affida ad una sorta di 3-4-1-2 con Mazzarani a far la spola tra centrocampo e trequarti. Nel primo tempo il Catania domina l’avversario, creando una miriade di palle-gol malamente sciupate. Nella ripresa i rossazzurri si fanno sovrastare dalla freschezza e dall’agilità della Reggina. Tardivi i cambi, con una squadra per buona parte della ripresa in debito di ossigeno.

REGGINA voto 7: Se dopo i primi dieci minuti del primo tempo il risultato non era di 0-4 per il Catania è solo colpa degli attaccanti rossazzurri a dir poco sciuponi. Nel secondo tempo i calabresi mettono in campo maggiore freschezza e corsa rispetto a quanto fatto nel primo tempo. Squadra giovanissima, frizzante, sbarazzina, con diverse individualità interessanti su tutte il bomber Bianchimano.

ARBITRO MAGGIONI voto 6,5: Direzione senza infamia e senza lode, giusti i cartellini distribuiti e le decisioni prese. Una pecca: troppo tempo per sospendere temporaneamente il match in avvio di ripresa.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio