Renzi vince anche in Sicilia; nella sua squadra anche un palermitano
Web

Renzi vince anche in Sicilia; nella sua squadra anche un palermitano

Renzi ha vinto anche in Sicilia con il il 59,8% dei voti, seguito da Gianni Cuperlo con il 28,4% e da Pippo Civati con l'11,7%. Nelle 438 sezioni si sono oggi recati a votare circa 100 mila persone. C'è anche un siciliano nella squadra del neo segretario del Pd Matteo Renzi. Si tratta del deputato Davide Faraone, palermitano, 38 anni. A lui va la delega al welfare e scuola. Della segreteria, oltre a Faraone, fanno parte anche Luca Lotti (coordinatore), Stefano Bonaccini (enti locali), Filippo Taddei (responsabile economico), Francesco Nicodemo (comunicazione), Maria Elena Boschi (riforme istituzionali), Marianna Madia (lavoro), Federica Mogherini (Europa), Debora Serracchiani (infrastrutture), Chiara Braga (ambiente), Alessia Morani (giustizia), Pina Picierno (legalità e sud), Lorenzo Guerini (portavoce della segreteria).

"È stato un grande successo di partecipazione in Sicilia come nel resto del Paese e una grande affermazione di Renzi che ha riscosso la fiducia dei nostri elettori puntando su un futuro di cambiamento per il Pd e per l'Italia", afferma il segretario regionale del Partito democratico, Giuseppe Lupo. "In Sicilia adesso arriva un vento di rinnovamento della politica che ci aiuterà a governare meglio tanti comuni e anche la Regione per rispondere alle aspettative dei nostri elettori e dei cittadini".

Unica eccezione nell'Isola Enna. Nei due seggi ad Enna, al centro delle polemiche tra il deputato Davide Faraone e l'ex senatore Mirello Crisafulli, Gianni Cuperlo, sostenuto da quest'ultimo, ha ottenuto 1.674 preferenze, seguito da Matteo Renzi con 518 voti e da Pippo Civati con 81 voti. "Nonostante quanto sia successo oggi - dice Crisafulli riferendosi all'occupazione di uno dei seggi da parte di Davide Faraone - siamo riusciti a ottenere questo grandioso risultato".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica