Riina dal carcere: "Di Matteo deve morire"
Web

Riina dal carcere: "Di Matteo deve morire"

Dal carcere di Opera Totò Riina si sarebbe lasciato andare a uno sfogo con un detenuto - dopo un'udienza del processo sulla trattativa Stato-mafia: "Di Matteo deve morire. E con lui tutti i pm della trattativa, mi stanno facendo impazzire", parole ascoltate, da un agente penitenziario. "Quelli lì devono morire, fosse l'ultima cosa che faccio", avrebbe aggiunto il boss riferendosi anche ai magistrati Vittorio Teresi e ai pm Francesco Del Bene e Roberto Tartaglia.

"Siamo profondamente allarmati per la pubblicazione della notizia delle minacce che Totò Riina avrebbe rivolto al Pm di Matteo e ai colleghi che indagano sulla trattativa perché, ammesso che siano vere, queste minacce sembrano una chiamata alle armi che il boss fa ai suoi contro i magistrati che svolgono questa inchiesta e sono visti come ostili''. Cosi' il procuratore di Palermo Francesco Messineo ha commentato la notizia di minacce rivolte dal capomafia detenuto ai Pm, Nino Di Matteo, Roberto Tartaglia e Francesco Del Bene. Il procuratore non ha voluto comunque confermare nè smentire "la fondatezza di una notizia che avrebbe dovuto rimanere segreta".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca