Rilasciato il peschereccio
Web

Rilasciato il peschereccio "Pindaro"

Ha lasciato nel pomeriggio il porto di Sfax il motopesca di Mazara del Vallo "Pindaro", sequestrato lo scorso 20 agosto da una motovedetta tunisina ai limiti della zona di ripopolamento ittico denominata Mammellone. La società armatrice Ma.Gi.Mo. Srl ha infatti pagato l'ammenda di circa 16.000 euro stabilita dall'autorità di vigilanza marittima.

A darne notizia è il presidente del Distretto produttivo della Pesca, Giovanni Tumbiolo, il quale manifesta "il suo personale apprezzamento e della marineria mazarese al neo ambasciatore d'Italia a Tunisi, Raimondo De Cardona, per il grande lavoro, professionalità ed efficacia in merito alla vicenda, considerato anche il momento così delicato e di transizione della storia della Tunisia"

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca