Siglato accordo Aligrup-Coop: salvi 857 posti di lavoro
Web

Siglato accordo Aligrup-Coop: salvi 857 posti di lavoro

Un altro fondamentale tassello della vicenda Aligrup ha visto ieri il suo perfezionamento. È stato infatti siglato, dopo una lunga trattativa condotta con l’assistenza dei rispettivi legali (avv. Gaetano Franchina e avv. Marco spadaro, per Aligrup, e avv. Pier Luigi Morara, per Coop), un articolato contratto che prevede la cessione di sei punti vendita: l’ipermercato “Le Zagare” sito in San Giovanni La Punta, l’ipermercato “Le Ginestre” sito in Tremestieri Etneo, il supermercato sito in San Giovanni La Punta - Via Fisichelli 5, il supermercato sito in Zafferana Etnea – Via Nipitelli n. 1, il Centro Commerciale “ Le Drupe” di Bronte Via e il supermercato di Modica sito in Via Nazionale Modica Ispica n. 1.

L’operazione porterà nelle casse della procedura di concordato preventivo un controvalore di oltre 11 milioni e cinquecento mila euro e soprattutto consentirà di mantenere ben 356 addetti portando a 857 il numero complessivo dei lavoratori riassorbiti a seguito delle dismissioni. C’è da ricordare che le plusvalenze generate dalle superiori dismissioni rispetto alle valorizzazioni contenute nel piano concordatario, consentono di ipotizzare che le percentuali di soddisfacimento dei creditori chirografari indicate nella proposta di Aligrup potranno essere ampiamente rispettate e, probabilmente, significativamente innalzate. La firma, peraltro, si colloca in un momento importantissimo della procedura concordataria che prevede l’adunanza di votazione nei prossimi giorni.
Va precisato che l’andamento così favorevole del piano di dismissioni, pur nel noto quadro macro economico, è stato reso possibile dalla tempestività e puntualità dei provvedimenti adottati dal Tribunale Fallimentare e dalla Corte d’Appello Sez. Penale di Catania, nonché dal fondamentale chiarimento operato dalla Procura e fatto proprio dalla precitata Corte d’Appello in ordine alla circostanza che il vincolo penale (ed in particolare il sequestro del patrimonio confiscato disposto il 6 maggio del 2013) non osta alla prosecuzione del concordato preventivo. La cessione dei sei punti vendita in questione si aggiunge ai cinque ceduti ai F.lli Arena, ai cinque venduti a Conad ai quattro a Re Leone, a quello ceduto a Ergon e all’ulteriore riassorbimento di oltre cento dipendenti del Centro Commerciale “I Papiri”.

L’importante accordo raggiunto ieri pomeriggio è stato al centro della conferenza stampa che si è svolta stamani presso gli uffici amministrativi dell’Aligrup a San Giovanni La Punta presso il parco commerciale Le Zagare, tenuta dal liquidatore dott. Francesco Fiscella e dai legati avv. Gaetano Franchina e avv. Marco Spadaro. Fiscella ha ricordato le varie fasi, particolarmente complesse, che hanno poi portato alla positiva soluzione con l’accordo con Coop. Il liquidatore ha tenuto a ringraziare e segnalare la dignità con cui i dipendenti Aligrup hanno affrontato questa vicenda, con particolare riferimento anche agli amministrativi. Restano da collocare altri 500 dipendenti su quasi 1400, ma si stanno cercando di trovare adeguate soluzioni con altre trattative in corso. I due legali hanno rimarcato la grande collaborazione istituzionale che si è venuta a creare con procedure giudiziarie rapide che hanno permesso agibilità nei procedimenti di dismissione e dunque dell’accordo. Il concordato preventivo va avanti secondo le previsioni e prima possibile si cercherà di dare risposte in termini percentuali ai creditori. Prevista per circa metà novembre l’apertura dei punti vendita rilevati da Coop con la cui dirigenza si è fin da subito avviato un fondamentale rapporto di confronto e piena collaborazione.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Economia