Sigonella, in arrivo 500 marines dalla Spagna
Flickr

Sigonella, in arrivo 500 marines dalla Spagna

La Libia sprofonda sempre piuù nell'insicurezza e questo scenario ha indotto gli Stati Uniti a trasferire 500 Marines dalla base di Moron, nel sud della Spagna, a Sigonella, in Sicilia, dove sarebbero pronti a intervenire in caso di necessità. La notizia è stata data ufficialmente dal Pentagono lunedì sera, poche ore dopo l'attentato a Bengasi di cui è ancora incerto il bilancio dei morti che potrebbero essere una quindicina. Il ministro degli Esteri, Emma Bonino, ha condannato l' "efferato" attacco e ha auspicato che i responsabili "possano al più presto essere consegnati alla giustizia".

A Moron, proprio per eventuali operazioni in Libia, erano stati recentemente inviati 550 marines di un'unità ribattezzata "Bengasi" con sei velivoli MV-Osprey, un bi-turboelica in grado di decollare e atterrare come un elicottero per poi volare come un normale aereo. Come ha spiegato il portavoce del Pentagono, George Little, compito primario dei Marines portati lo scorso fine settimana nella base a sud di Catania sarà quello di intervenire rapidamente nel caso di nuovi attacchi al personale diplomatico e agli americani presenti in Libia.

Lo spostamento a Sigonella, che ospita anche droni Global Hawk e Reaper ed è sempre più il fulcro delle operazioni Usa nel sud del Mediterraneo, rientra in una serie di misure per rafforzare la sicurezza degli americani in Libia, dopo l'attacco dell'11 settembre scorso al consolato di Bengasi in cui fu ucciso l'ambasciatore Chris Stevens. Da gennaio 50 marines proteggono l'ambasciata americana a Tripoli e un team delle forze speciali di base in Germania e in forza ad Africom è in allerta. Mercoledì scorso l'ambasciata Usa a Tripoli ha anche annunciato una riduzione del proprio staff.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca